Come il coronavirus ha cambiato le esigenze di chi vuole comprare o costruire casa

Costruire casa coronavirus copertina
Costruire casa coronavirus copertina

Come ha cambiato le esigenze di chi vuole comprare o costruire casa il coronavirus?

Già da inizio anno abbiamo esplorato più volte il settore abitazioni nel nostro blog con indicazioni relative a smart building e smart home, presentando il nostro metodo costruttivo attraverso le parole dei nostri clienti ed evidenziando come efficienza energetica, sicurezza e comfort sarebbero stati i trend prevalenti nei prossimi anni, sia nell’ambito della progettazione che della costruzione.

Tuttavia, ciò che solo due mesi fa sembrava ancora avanguardistico e un po’ lontano nel tempo, oggi è tema di grande attualità. Inutile negarlo: i due mesi di lockdown dovuti al coronavirus e la maggiore quantità di tempo passata in casa hanno messo in evidenza pregi e difetti delle nostre abitazioni, portando allo sviluppo di nuove esigenze abitative.

Oggi, dunque, cercheremo di raccontarvi come il coronavirus sta cambiando le esigenze abitative, in particolare di chi già prima dell’epidemia stava pensando di comprare o costruire casa.

Da una ricerca da noi effettuata su Google Trends si evidenzia come, in Italia, alcune parole chiave quali “casa con giardino”, “bifamiliare” e “costruire casa” segnino un aumento di ricerche mensili effettuate dagli utenti del web da metà/fine marzo in poi, in concomitanza con la fase clou dell’emergenza. In questi due mesi abbiamo, dunque, sorvegliato queste tendenze e cercato alcuni dati che ci dessero indicazioni più chiare in merito.

A questo proposito, ci è venuta incontro una ricerca condotta da casa.it sulle tendenze del mercato immobiliare. Ma prima di addentrarci facciamo una breve panoramica dello stato attuale delle abitazioni in Italia.

Costruire casa coronavirus giardino

Che caratteristiche ha, attualmente, la casa della maggior parte degli italiani?

Si stima che attualmente in Italia:

Le case senza terrazzo nè balcone siano il
33%
Abbiano un solo bagno
60%
le case costruite dopo il 2000 siano
8%
la popolazione che vive in un alloggio troppo pieno sia
28%

Inoltre la dimensione media delle abitazioni é di:

    • 62mq in città;
    • 92mq fuori città.

Le carenze che si sono evidenziate maggiormente durante il periodo di lockdown sono state le seguenti:

    • Mancanza di sufficiente luce naturale;
    • Impianti che faticano a tenere molti consumi contemporaneamente;
    • Vicini rumorosi;
    • Mancanza di spazi adeguati per lo smart working e la didattica online.

La casa, dall’essere il luogo destinato al riposo ed alla convivialità è diventata un oggetto multifunzione in cui si sono concentrati: lavoro, studio e tempo libero. Molte famiglie, di conseguenza, hanno avviato profonde riflessioni dalle quali sono scaturite nuove esigenze rispetto all’acquisto od alla costruzione della propria casa.

Il 17% delle persone che erano intenzionate a cambiare casa prima del lockdown, ora sono ancora più convinte di farlo; ed il 23% del totale non ha interrotto la ricerca di una casa nuova nel periodo dell’emergenza (il 38% intende riprendere la ricerca entro un mese dalla fine del lockdown, ed il 9% dopo 3 mesi).

Costruire casa coronavirus: le nuove esigenze

Quali sono, dunque, le nuove esigenze di chi vuole comprare o costruire casa?

Secondo la già citata ricerca di Casa.it, le persone che già prima dell’emergenza stavano valutando di comprare o costruire casa hanno, in parte, cambiato le proprie esigenze. Le nuove esigenze, che elenchiamo di seguito, dovranno diventare centrali nella progettazione di nuove costruzioni o riqualificazioni degli edifici esistenti e sono:

Avere un giardino o degli spazi esterni
60%
Avere un terrazzo
46%
Avere una casa luminosa
39%
Avere più di un bagno
23%
Avere un box auto od un garage
22%
Avere una bella vista esterna
21%
Avere una cucina abitabile e spaziosa
19%
Abitare nelle vicinanze di un supermercato
18%
Avere stanze più ampie
16%
Avere una camera per ogni figlio
15%
Avere degli spazi idonei per lo smart working
11%
Avere uno studio
10%
Avere un miglior isolamento acustico
10%

Tra le persone che cercavano una casa nuova prima del coronavirus, l’11% ha cambiato idea su dove cercare o costruire casa: il 39% cerca casa in centri di medie dimensioni, il 30% in città ed il 31% fuori città in un centro di piccole dimensioni.

Quali scenari nel prossimo futuro?

Alla luce di questi dati, pur con le concrete difficoltà economiche cui ogni cittadino è sottoposto, noi ipotizziamo che le persone torneranno a desiderare e scegliere case di dimensioni più ampie ma allo stesso tempo molto efficienti dal punto di vista energetico, in modo tale da coniugare comfort e risparmi in bolletta. Case singole e bifamiliari potrebbero essere un trend in crescita soprattutto nei medi e piccoli centri, in zone meno popolate; ampi appartamenti, invece, saranno gettonati in città.

Nella progettazione bisognerà tener conto delle seguenti richieste: doppio bagno, cucine abitabili, stanze per lo smart working e/o studio; miglior isolamento acustico; ampiezza delle stanze; luce naturale.

Come saranno le nostre nuove Casa Smart Plus?

Premesso che le nostre abitazioni rientrano già nella classificazione di edifici nZEB (ossia edifici ad energia quasi zero) che coniugano un sistema involucro/impianti altamente performante e che nella progettazione già seguiamo i principi della sostenibilità nelle nuove abitazioni sarà possibile inserire uno spazio per lo smart working, verrà predisposta la building automation con possibilità di controllo da remoto degli impianti e, laddove presente, si potrà optare per l’introduzione della fibra ottica direttamente nella rete domestica (FTTH) e per soluzioni IoT.

Nella sezione Realizzazioni è possibile vedere alcune delle case che abbiamo costruito in provincia di Treviso e Venezia negli anni scorsi mentre nella playlist “i nostri clienti si raccontano”, contenuta all’interno del nostro canale Youtube è possibile visualizzare le video interviste effettuate ai nostri clienti.

Se il nostro metodo costruttivo, le nostre realizzazioni ed i video dei nostri clienti ti sono piaciuti, non ti resta che contattarci per richiedere il preventivo per la realizzazione della tua Casa Smart Plus.

Infine, se vuoi costruire casa a Treviso e provincia ma non hai un terreno, nella sezione Immobiliare troverai i terreni in vendita, nei quali costruiremo la tua nuova casa.

Contattaci per richiedere il tuo preventivo, un nostro consulente sarà a tua disposizione.

Scopri
Casa Smart Plus

Scopri
la Sezione Immobiliare

Dipingere casa colori di tendenza nel 2020: i nostri consigli

Dipingere casa colori di tendenza 2020
Dipingere casa colori di tendenza 2020

Dipingere casa colori di tendenza nel 2020: i nostri consigli per rendere unica la tua abitazione

Se stai per costruire casa, o per ristrutturare casa o semplicemente hai intenzione di dare una rinfrescata alle pareti interne della tua abitazione allora non puoi perderti i nostri consigli sui colori di tendenza nel 2020. Spazio a colori che aiutano a creare un’atmosfera rilassante e allegra, che ci aiuti a staccare dallo stress quotidiano.

Le mura domestiche sono, infatti, il nostro rifugio, per cui dipingere casa con i colori di tendenza nel 2020 significa scegliere nuances che alimentino il nostro benessere ed il nostro buon umore. I colori devono farci stare bene in un determinato spazio.

A farla da padrona saranno, dunque, tutte le tonalità di verde chiaro (dal verde menta al verde salvia), il beige, l’azzurro cielo ed il blue navy per i contesti legati al settore luxury. Dimentichiamoci, dunque, del grigio puro che l’ha fatta da padrona negli anni scorsi; non scomparirà, ovviamente, ma verrà declinato su tonalità più vicine ai già citati verde e azzurro.

Verde menta e verde salvia

Sono i colori del 2020 per eccellenza, non solo nel settore casa ma in tutti i settori: arredamento, vestiti, oggettistica. Ma per quale motivo verde menta e verde salvia vanno così di moda, tanto da raggiungere il gradino più alto del podio anche per dipingere e arredare casa? Perché il verde, soprattutto nelle tonalità più chiare e soft è un colore che crea un’immediata sensazione di sollievo e relax; un toccasana, dunque, che fa da contraltare ai ritmi frenetici della vita moderna. Non solo. Il verde menta ed il verde salvia ampliano lo spazio percepito e coniugano, alle sensazioni di benessere, anche grande eleganza e brillantezza. Ecco, perché sono il top, sia per le pareti che per gli accessori. Infine, si adattano sia allo stile classico che ad uno stile più moderno.

Dipingere casa colori di tendenza. Salotto verde menta

Azzurro

Come il verde menta anche l’azzurro è un colore che dà un’immediata sensazione di benessere e relax. Ecco perché è tra i colori di tendenza per dipingere casa nel 2020. Ci aiuta ad essere più distesi e sereni e, ricordandoci l’essenza impalpabile dell’aria, dà un tocco di brio alle stanze. Indicato soprattutto per la zona giorno, può essere utilizzato a tutta parete (non tutta la stanza) ed anche in contrasto con altri colori quali bianco o giallo.

Dipingere casa colori di tendenza 2020 azzurro

Beige

Sulla stessa lunghezza d’onda di verde e azzurro, un altro colore che prenderà piede nel corso del 2020 per la sua capacità di creare relax è il beige. Dipingere casa colori di tendenza significa: abbandonare i grigi ed i tortora premiati gli anni scorsi nelle pareti neutre, per tornare ad un colore molto in voga in passato ma molto più tenue: il beige. Con le nuances del beige saranno poi l’arredamento ed i complementi a fare la differenza. Chi sceglierà il beige per le pareti potrà, infatti, sbizzarrirsi ad abbinare colori e stili a seconda del proprio gusto. Un colore neutro, si sa, sta bene con tutto.

Dipingere casa colori di tendenza 2020. Torna il beige

Rosa tramonto

Per chi ama la tranquillità, relax ma vuole anche un tocco romantico allora consigliamo di dare un tocco di rosa alle pareti. Non un rosa qualsiasi ma quello che viene denominato “rosa tramonto” in quanto ricorda le sfumature delle nuvole al crepuscolo. Un rosa non eccessivo ma nemmeno troppo spento, sinonimo di eleganza.

Dipingere casa colori di tendenza 2020 rosa tramonto

Giallo mostarda

Deciso, definito, non comune; il giallo è un colore adatto a persone con caratteri forti e personalità che non hanno paura di osare. Molto vicino alla regalità del colore oro è il trait d’union tra passato, presente e futuro. Il giallo è, infatti, un colore che ritorna periodicamente in voga ed esprime sia un’animo vintage che un’animo che guarda a nuovi orizzonti. Se unito a complementi d’arredo o dettagli di colori altrettanto decisi, risalterà ancora di più. Noi, lo apprezziamo particolarmente accostato al bianco o al blu.

Dipingere casa colori di tendenza 2020 giallo mostarda

Arancione cantalupo

A metà strada tra la forte caratterizzazione del giallo mostarda e lo stile romantico del rosa tramonto, l’arancione cantalupo è la tonalità d’arancione tipica del melone cantalupo. Un colore nuovo, brillante, che infonde energia; ieale per ambienti ricercati. La sua esaltazione avviene con accostamenti finora considerati azzardati, quali quelli con il verde menta e con l’azzurro.

Dipingere casa colori di tendenza camera arancione cantalupo

Marrone ramato

Adatto principalmente ai mobili della zona giorno, sia in stile classico che in stile moderno, è un marrone con venature bordeaux. Questo colore è molto caratterizzante ed a nostro avviso è più impegnativo rispetto agli altri colori finora elencati. Ne sconsigliamo l’impiego come pittura per le pareti in quanto toglie luminosità all’ambiente e lo rende più cupo. Si sposa bene, invece, con case luminose in cui a predominare siano i colori neutri, se non addirittura il bianco; anche in questo caso però solo come complemento d’arredo.

Dipingere casa colori di tendenza 2020 marrone ramato

Viola lampone

Il viola lampone è colore audace, molto femminile, intenso e romantico. Se si decide di dipingere le pareti interne con questo colore non dovranno mancare arredi e complementi che lo contrastino. Ad esempio, ad una parete viola nel salotto ben si abbina un divano bianco con cuscini della stessa tonalità del muro e tono su tono.

Dipingere casa colori di tendenza 2020 viola lampone

Blue Navy

Chiudiamo, infine, la nostra carrellata sui colori di tendenza per dipingere le pareti di casa con il Blue Navy. La tonalità di blu per eccellenza di quest’anno sarà il Naval SW6244, un colore che si avvia a diventare il re incontrastato nel settore luxury e che trova la sua massima esaltazione abbinato al bianco ed all’oro.

Dipingere casa colori di tendenza 2020 blue navy

I nostri servizi

La nostra azienda è un’impresa edile a Treviso che si occupa di costruire case ecosostenibili, oltre che di vendita immobiliare a Treviso e provincia (in particolare di terreni edificabili ed appartamenti). Operiamo come unico referente nei confronti del cliente. Cosa significa? Che accompagniamo il cliente in tutte le fasi di realizzazione della sua casa, compresa la scelta delle finiture e la scelta dei colori più adatti a valorizzare gli ambienti interni ed esterni dell’abitazione. 

Scopri
Casa Smart Plus

Mutuo prima casa 2020: perché conviene comprare o ristrutturare casa a Treviso

Mutuo prima casa 2020: comprare o ristrutturare casa a Treviso convien
Mutuo prima casa 2020: comprare o ristrutturare casa a Treviso convien

Mutuo prima casa 2020: perché conviene comprare o ristrutturare casa a Treviso

Nel corso del 2019 i tassi di interesse per quanto riguarda l’argomento mutuo prima casa sono rimasti a livelli molti bassi, toccando i minimi storici. Tale andamento, sia per i tassi fissi che per i tassi variabili, è stato confermato anche per il nuovo anno. Accedere al mutuo prima casa nel 2020, sia per comprare casa che per ristrutturare casa, rimane molto conveniente in tutta Italia. Andiamo a vedere più nel dettaglio perché.

I tassi di interesse continueranno a rimanere bassi

Per combattere la crisi economica, iniziata nel 2007 ed i cui effetti continuano a sentirsi anche oggi, la Banca Centrale Europea ha avviato, negli anni, delle politiche monetarie a sostegno degli stati membri dell’Unione. Tra queste politiche, al fine di favorire una maggior circolazione del denaro, ha applicato tagli cospicui ai tassi di interesse sui mutui, rendendo l’offerta molto più competitiva.

A maggio 2012, per esempio, un mutuo a tasso fisso veniva stipulato con un tasso di interesse medio del 6%. Oggi il tasso di interesse medio per un mutuo prima casa 2020, a tasso fisso, si aggira attorno all’1,8%. Un mutuo a tasso variabile costa, invece, circa lo 0,88% (3,7% nel 2012). (Fonte dei dati Il Sole 24 Ore

Tassi così bassi favoriscono, dunque, la predisposizione da parte delle banche ad elargire finanziamenti per comprare o ristrutturare la prima casa. Per chi sta pensando di comprare casa o ristrutturare casa, anche a Treviso, il 2020 potrebbe essere un anno molto buono. Inoltre, potrebbe essere un anno buono anche per chi ha già un mutuo sulla prima casa in essere ed intende rinegoziarlo (surroga).

Un ulteriore vantaggio per comprare casa e ristrutturare casa effettuando interventi di efficientamento energetico si traduce nella possibilità di accedere al Fondo di Garanzia per i mutui per l’acquisto ovvero acquisto e ristrutturazione prima casa.

In cosa consiste il Fondo di Garanzia?

Introdotto dalla Legge di Stabilità 2014 in sostituzione del Fondo giovani coppie, e rifinanziato dal Decreto Crescita a maggio 2019, il Fondo di Garanzia per i mutui per l’acquisto ovvero acquisto e ristrutturazione prima casa, dà la possibilità ai cittadini di usufruire dello Stato come garante per il proprio mutuo. In pratica, lo Stato offre una garanzia del 50% sulla quota capitale dei mutui ipotecari fino a 250.000 euro per l’acquisto (o acquisto e ristrutturazione) di immobili da adibire ad abitazione principale.

Per accedervi non bisogna essere proprietari di altri immobili (a meno che non siano stati acquisiti per eredità ed in comproprietà con altri eredi) e la casa da acquistare non deve rientrare nelle categorie catastali A1 (abitazioni di tipo signorile), A8 (ville), A9 (castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici) e non dev’essere un bene di lusso.

Chi sta per stipulare un mutuo prima casa nel 2020 può rivolgersi ad una delle banche aderenti all’iniziativa e richiedere l’accesso al Fondo di Garanzia statale. L’elenco aggiornato delle banche aderenti si trova sui siti di ABI e Consap.

I servizi di EDILVI, impresa edile a Treviso ed Energy Service Company

La nostra azienda è attiva come impresa edile a Treviso e provincia dal 1984, nonché come Energy Service Company certificata dal 2011. Se stai pensando di comprare casa a Treviso o di acquistare per poi ristrutturare la nostra azienda fa proprio al caso tuo per due motivi:

    • se vuoi acquistare casa troverai alcune soluzioni in vendita nella sezione del nostro sito dedicata alla vendita immobiliare;
    • se vuoi acquistare casa e poi ristrutturare (o devi riqualificare una casa già acquistata) offriamo un servizio dedicato alla riqualificazione delle singole unità immobiliari con possibilità di accesso agli incentivi fiscali ecobonus e sisma bonus, grazie alla nostra Divisione ESCo.

Inoltre potrai avere maggiori informazioni sul nostro brevetto costruttivo Casa Smart Plus, utilizzato anche nelle ristrutturazioni oltre che per le nuove costruzioni.

Scopri di più visitando la sezione del sito che più fa al caso tuo e contattaci per avere maggiori informazioni.

Scopri
la Sezione Immobiliare

Scopri
la Divisione ESCo

Scopri
Casa Smart Plus

Mutuo green per acquistare o costruire casa

mutuo green
mutuo green

Mutuo green per acquistare o costruire casa

Il mutuo green è un mutuo destinato a finanziare l’acquisto, la costruzione di case ad alta efficienza energetica o la riqualificazione energetica e sismica delle abitazioni. È una soluzione finanziaria che già da diversi anni viene proposta da alcuni Istituti di Credito e che nei prossimi anni diventerà sempre più importante per chi vuole acquistare, costruire o riqualificare casa. Sarà, inoltre, uno strumento di rilancio del settore edilizio.

Costruire o acquistare una casa ad energia quasi zero ha innumerevoli vantaggi in quanto l’energia consumata arriva dalla produzione domestica di energia da fonti rinnovabili, garantendo un notevole confort ai suoi abitanti, bassissimi costi in bolletta (e quindi una gestione migliore delle spese famigliari generali) ed emissioni di anidride carbonica ridotte al minimo. Costruire, acquistare o riqualificare green conviene, dunque, per diversi motivi.

Premesse: quanto consumano gli edifici esistenti

​Il settore dell’ambiente edificato non ancora riqualificato (ossia case, condomìni, uffici, negozi, edifici pubblici, edifici aziendali) è responsabile di gran parte del consumo energetico e delle emissioni di CO2 in atmosfera.

Consumo energetico
del settore ambiente edificato a livello mondiale 30%
Emissioni di CO2
prodotte dagli edifici a livello mondiale 33%
Unione Europea
100 miliardi di Euro di investimenti l'anno

Tuttavia, nonostante la quantità di investimenti pubblici dell’Unione Europea, per favorire la riqualificazione energetica degli edifici esistenti, la compravendita di case ecosostenibili e la costruzione di case ad energia quasi zero, sono indispensabili (secondo quanto riportato dall’Energy efficient Mortgages Action Plan – EeMAP, ricerca effettuata dall’European Mortgage Federation – European Covered Bond Council EMF – ECBC e presentata in Italia a Milano lo scorso 09 marzo al workshop “Mutui verdi per edifici efficienti e sicuri”) anche interventi mirati da parte delle banche che erogano mutui ai cittadini.

A questo proposito, nei prossimi mesi, le principali banche europee verranno coinvolte al fine di promuovere sul mercato i mutui per l’efficienza energetica.

Case ecosostenibili: investimenti e mutui verdi

Oltre ai vantaggi già indicati in precedenza, ossia maggior confort e bollette più basse, costruire una casa a basso impatto ambientale o riqualificare gli edifici esistenti riduce, nel lungo termine, la svalutazione del valore dell’immobile.

Ciò viene considerato in maniera positiva dagli istituti bancari e si traduce in una riduzione del rischio di credito; infatti a parità di reddito disponibile i minori costi di gestione dell’energia dell’immobile liberano risorse economiche che possono essere destinate al rimborso delle rate del mutuo.

Si produce, dunque, una correlazione tra performance energetica dell’abitazione e performance finanziaria; ciò consente alle banche di offrire mutui a tassi agevolati ed a chi si appresta a costruire casa (o a riqualificare o ad acquistare) di ottenerli più facilmente.

Opportunità EDILVI

La nostra azienda, grazie alla sua trentennale esperienza nel settore dell’edilizia, mette a disposizione diverse soluzioni per il proprio cliente che vuole costruire una casa ad energia quasi zero (nZEB) o acquistare un’abitazione in classe energetica A in provincia di Treviso.

Grazie al proprio brevetto costruttivo Casa Smart Plus, EDILVI fornisce case ad alta efficienza energetica ed a bassi consumi che consentono di ottenere mutui a tassi agevolati sia per la costruzione che per l’acquisto.

Scopri
Casa Smart Plus

Scopri
la Sezione Immobiliare

Acquisto seconda casa: il bonus per le abitazioni da locare

acquisto seconda casa bonus fiscali
acquisto seconda casa bonus fiscali

Acquisto seconda casa: il bonus per le abitazioni da locare

Ultimo mese e mezzo per accedere al bonus previsto dalla “Legge Scellier” per acquisto seconda casa ai fini della locazione. Scade, infatti, il 31 dicembre 2017 il termine per ottenere i benefici fiscali previsti dalla Legge 164 dell’11 novembre 2014 e dal successivo decreto attuativo (Decreto interministeriale 8 settembre 2015 – infrastrutture e finanze). La legge consente alle persone fisiche che non esercitano attività d’impresa di ottenere detrazioni IRPEF per l’acquisto di una seconda abitazione che venga affittata entro i sei mesi successivi dall’acquisto stesso.

Legge 164/2014

Possono accedere ai benefici fiscali previsti dalla legge le persone fisiche non esercenti attività d’impresa per l’acquisto di abitazioni non di lusso nuove o ristrutturate, nonché costruite in appalto, in classe energetica A o B, da destinare, nei successivi 6 mesi, alla locazione a canoni “agevolati” per almeno 8 anni continuativi. L’applicabilità del beneficio viene riconosciuta anche per l’acquisto delle unità abitative per le quali, alla data del 12 novembre 2014, sia stato già rilasciato il titolo abilitativo ai lavori, o sottoscritta la convenzione con il Comune di riferimento.

Quali agevolazioni vengono applicate sull'acquisto seconda casa?

All’acquirente vengono riconosciute due tipologie di deduzioni IRPEF:

Deduzione del 20% sul prezzo dell'immobile

La deduzione del 20% sul prezzo dell’immobile viene calcolata includendo anche l’IVA e si applica fino ad un limite massimo di 300.000€ (prezzo di acquisto). La deduzione massima è pari 60.000€ e dovrà essere ripartita in 8 quote annuali di pari importo (7.500€ l’anno) dal periodo d’imposta in cui si è concluso il contratto di locazione.

Deduzione degli interessi passivi sui mutui

L’agevolazione per l’ acquisto seconda casa per l’affitto prevede la deduzione dall’IRPEF degli interessi passivi sui mutui stipulati per l’acquisto delle abitazioni oggetto dell’agevolazione. Gli interessi passivi si possono dedurre per l’intera durata del mutuo (non sono legati alla durata minima di 8 anni del contratto di affitto).

La deduzione IRPEF per acquisto seconda casa spetta anche nel caso in cui la costruzione dell’abitazione venga affidata in appalto su un’area già posseduta dall’acquirente o sulla quale esistano già dei diritti edificatori prima dell’avvio dei lavori. Il beneficio previsto dalla Legge Scellier non è cumulabile con la detrazione IRPEF del 50% prevista, invece, nel caso di acquisto di un’abitazione che fa parte di uno edificio ristrutturato integralmente dall’azienda che lo cede.

acquisto seconda casa bonus fiscali

Quali condizioni si applicano al contratto di locazione?

Termine di stipula
Entro 6 mesi dall’acquisto o dal termine dei lavori di costruzione.

Durata del contratto
Almeno 8 anni continuativi.

Risoluzione anticipata
Per causa imputabile al locatore decade direttamente il contratto (decadenza). Se la causa è invece imputabile al locatario non si ha decadenza a patto che il locatore stipuli un nuovo contratto di affitto entro 1 anno dalla data della risoluzione anticipata.

Importo del canone
Il canone non dev’essere superiore al “canone convenzionato” (art.18 D.P.R. 380/2001) oppure il minore tra “canone concordato” (art.2, co.3, legge 431/1998) e “canone speciale” (art.3, co.114, legge 350/2003).

Rapporti di parentela tra le parti
Non ci devono essere rapporti di parentela di primo grado, ossia rapporto genitori/figli.

Ricapitolando, dunque, è possibile usufruire di apposite detrazioni sull’IRPEF versato da una persona fisica che non sia titolare d’impresa per acquistare o costruire in appalto una seconda casa da destinare all’affitto entro sei mesi dalla data di acquisto.

I servizi di EDILVI

EDILVI SPA mette a disposizione di possibili acquirenti appartamenti e case di diverse tipologie, da poter acquistare e successivamente affittare. Per verificare la possibilità di acquisto di una seconda casa scopri le nostre offerte a disposizione nella sezione immobiliare residenziale del nostro sito.

Inoltre, EDILVI SPA si occupa della costruzione di abitazioni ad altissima efficienza energetica (NZEB Nearly Zero Energy Building) grazie al proprio brevetto Casa Smart Plus.

Scopri
la Sezione Immobiliare

Meglio comprare casa o affittare?

meglio comprare casa o affittare
meglio comprare casa o affittare

Meglio comprare casa o affittare?

Quando si tratta di cambiare casa la prima domanda da farsi è: conviene comprare casa o affittare? Le variabili che possono far pendere l’ago della bilancia da una o dall’altra parte sono moltissime, ma in genere, secondo uno studio di Tecnocasa, gli italiani preferiscono comprare. Che sia la scelta giusta?

meglio comprare casa o affittare

La prima delle questioni da affrontare è ovviamente il tempo che si vuole trascorrere nella casa scelta. Si stima che i costi di una casa si ammortizzino più o meno in 10-15 anni e visto che in media gli italiani vivono nella stessa abitazione per 18 anni [fonte: wired.it], sembra che i conti tornino.

Non è solo una faccenda temporale, però, quella che sembra favorire l’acquisto. Ecco qualche motivo a favore della casa di proprietà.

Periodo favorevole

In questi anni il mercato immobiliare si sta lentamente riprendendo, ma ancora sono disponibili occasioni che potrebbero rivelarsi dei veri e propri affari. Inoltre le agevolazioni per la prima casa e i tassi particolarmente convenienti invogliano ad approfittare di questo periodo.

Stabilità

Investire in un immobile dà stabilità economica e permette anche di evitare il rischio di futuri aumenti degli affitti.

meglio comprare casa o affittare

Una sicurezza per i figli

La casa è un bene materiale che potrà essere lasciato ai propri figli per garantire anche a loro stabilità ed eventualmente un capitale da reinvestire.

Possibilità di guadagnare sulla futura vendita

Che se ne occupi il proprietario originale o i suoi figli, una casa può sempre essere rivenduta. Da essa non solo si può ritornare dell’investimento fatto all’inizio, ma si può anche beneficiare dal guadagno che la casa potrebbe garantire se l’immobile venisse rivalutato nel tempo.

Avere la casa dei propri sogni

L’affitto obbliga senza ombra di dubbio ad accontentarsi. Le piastrelle del bagno di un colore troppo azzardato, gli infissi datati, la cucina fuori moda… Per chi non è proprietario spesso non è possibile, né tantomeno conveniente, mettere mano all’immobile. Comprare casa invece permette di investire non solo in un luogo dove vivere, ma in quello spazio tutto nostro che abbiamo sempre desiderato e che possiamo scegliere e trasformare proprio come lo immaginavamo nei nostri sogni.

meglio comprare casa o affittare

Se sei alla ricerca di una casa o appartamento da acquistare o affittare a Treviso e provincia ti suggeriamo di visitare le nostre offerte in vendita ed in affitto nella sezione Immobiliare del nostro sito.

Scopri
la Sezione Immobiliare

Consigli per comprare casa: 8 errori da non fare quando si acquista

comprare casa budget per l arredamento
comprare casa budget per l arredamento

Consigli per comprare casa: 8 errori da non fare quando si acquista

Volete comprare casa e molti sono i dubbi che vi assalgono. Come farò a trovare quella giusta? Me ne pentirò negli anni? Avrò controllato tutto prima di prendere la decisione definitiva? Sono molte le cose da tenere in considerazione. Ma se seguirete queste semplici regole sarete certi di aver evitato tutti gli errori più comuni nello scegliere la propria abitazione.

Comprare casa: gli 8 errori più frequenti

1. Escludere dal budget i soldi per i mobili

Vi siete dati un budget e la casa ci rientra giusta giusta: un affare! Attenzione però a sottovalutare il costo del mobilio che certamente è infinitamente minore rispetto a quello dell’abitazione, ma può incidere comunque molto sulle vostre tasche. Meglio valutare un tetto massimo di spesa che includa anche l’arredamento!

2. Scegliere un mutuo con scadenze lunghe

Quando si fa un mutuo il prezzo della casa viene negli anni maggiorato dagli interessi. Attenti a non accettare mutui troppo lunghi, altrimenti gli interessi, seppur dilazionati nel tempo, andranno a costituire un costo aggiuntivo sproporzionato rispetto alla casa acquistata.

3. Non chiedere preventivamente l'ammontare della caparra

La caparra è una somma di denaro che va versata alla firma del contratto: meglio informarsi prima per essere certi di avere a disposizione l’intera somma.

4. Disinteressarsi della zona

La casa è stupenda, proprio come piace a voi, quindi perché non prenderla subito? Attenzione, perché la vostra vita non sarà limitata a quelle quattro mura. Rumori forti, servizi lontani, vicini chiassosi, o viabilità caotica possono incidere negativamente sul vostro benessere, quindi meglio informarsi preventivamente sui pro e i contro della zona prima di comprare casa.

comprare casa informarsi sulla zona

5. Non visionare prima il regolamento condominiale

Volete comprare casa e poi scoprite che non potete portare il vostro fidato compagno a quattro zampe oppure che i vostri bambini sono costretti a rispettare orari di silenzio che fanno invidia a una casa di riposo. Per quanto l’appartamento possa essere quello dei vostri sogni, meglio sapere subito se sono previste regole che non siete disposti ad osservare.

6. Sottovalutare la classe energetica

Una casa è un investimento per il futuro e le spese necessarie per mantenerla vanno valutate tanto quanto quella per acquistarla. Non vale la pena di firmare un contratto che definireste “un affare” se poi dovrete passare la vita a fare i conti con bollette da capogiro per una pessima efficienza energetica.

comprare casa informarsi sulla classe energetica

7. Non controllare se gli impianti sono a norma

Vi siete appena sistemati nella vostra nuova casa, pensate che le spese siano finalmente finite e scoprite che l’impianto elettrico è completamente da rifare perché fuori norma. È un lavoro che non può essere evitato, ma se solo l’aveste saputo prima di comprare casa non avreste dovuto mettere mano al portafoglio per questa spesa imprevista.

8. Lasciarsi trasportare emotivamente

Nella scelta di un’abitazione sono tanti i fattori che intervengono e non si tratta solo di elementi materiali come il prezzo, il numero delle stanze o la tranquillità della zona. È inevitabile lasciarsi trasportare un po’ dalle emozioni, ma attenti perché in caso di scelta troppo avventata rischiate di pentirvene per anni. Meglio riflettere qualche giorno in più piuttosto che prendere una decisione avventata.

Nonostante ciò, la casa è il luogo dove trascorrerete la vostra vita condividendola con i vostri cari. Quindi lasciate che il pensiero di viverci vi emozioni e se la sentirete vostra ancor prima di averla comprata, allora sarà quella giusta.

comprare casa - modello casa aurora

Se stai pensando di acquistare una casa o un appartamento a Treviso e provincia ti suggeriamo di consultare le nostre proposte in vendita, nella sezione dedicata all’interno del sito.

Scopri
la Sezione Immobiliare