fbpx

Perché comprare un terreno con un progetto di abitazione pronto a Colfosco di Susegana può essere vantaggioso

Perché comprare un terreno con un progetto di abitazione pronto a Colfosco di Susegana può essere vantaggioso

L’acquisto di un terreno con un progetto di abitazione già pronto a Colfosco di Susegana può offrire una serie di vantaggi significativi per chi desidera costruire la propria casa in questa pittoresca località nel cuore della regione del Veneto. In questo articolo, esploreremo le ragioni per cui questa scelta può essere particolarmente vantaggiosa e gratificante.

Posizione incantevole e servizi vicini

Colfosco di Susegana è una località incantevole immersa nelle colline venete, caratterizzata da paesaggi mozzafiato e un’atmosfera tranquilla e rilassante. Acquistare un terreno qui significa godere di una posizione privilegiata, lontano dal trambusto della città ma con tutti i servizi essenziali nelle vicinanze, come negozi, scuole e trasporti pubblici.

Progetto conforme alle normative

Acquistare un terreno con un progetto di abitazione già pronto significa avere la certezza che il progetto sia conforme a tutte le normative urbanistiche e edilizie in vigore. Questo garantisce una maggiore tranquillità durante il processo di costruzione.

Risparmio di tempo e sforzi nella progettazione

Con un progetto di abitazione già pronto, si risparmiano tempo e sforzi nella fase di progettazione. Non è necessario partire da zero per elaborare un piano architettonico, ma è sufficiente adattare il progetto esistente alle proprie esigenze e preferenze, risparmiando tempo e denaro nel processo.

Maggiori garanzie sulla qualità della costruzione

Acquistare un terreno con un progetto di abitazione già pronto presso un costruttore affidabile e esperto garantisce una maggiore qualità della costruzione. Edilvi è conosciuta per l’attenzione ai dettagli, l’uso di materiali di alta qualità e la cura nella realizzazione degli immobili, garantendo un risultato finale di eccellente qualità e durabilità nel tempo.

Personalizzazione delle finiture e degli interni

Nonostante il progetto di abitazione sia già pronto, vi è comunque la possibilità di apportare personalizzazioni e modifiche agli interni e alle finiture in base alle proprie esigenze e preferenze. Questo consente di creare una casa che rispecchi pienamente il proprio stile di vita e le proprie aspirazioni, garantendo un’esperienza abitativa gratificante e confortevole.

Conclusioni

L’acquisto di un terreno con un progetto di abitazione già pronto a Colfosco di Susegana offre numerosi vantaggi, tra cui una posizione incantevole, un progetto conforme alle normative, risparmio di tempo e sforzi nella progettazione, maggiore qualità della costruzione e la possibilità di personalizzazione. Grazie ad Edilvi ed al metodo costruttivo brevettato Casa Smart Plus è possibile realizzare la casa dei propri sogni in 150 giorni (4 mesi) in modo semplice, conveniente e gratificante, garantendosi al contempo un investimento sicuro e di valore nel lungo termine.

Per maggiori informazioni, CONTATTACI!

Casa Smart Plus: Rivoluzionare il settore edilizio con tecnologia innovativa e sostenibile

Realizzazione Edifici NZEB di Edilvi , Impresa edile a Treviso e provincia
Realizzazione Edifici NZEB di Edilvi , Impresa edile a Treviso e provincia

Casa Smart Plus: Rivoluzionare il settore edilizio con tecnologia innovativa e sostenibile

L’industria edilizia è in costante evoluzione, alla ricerca di soluzioni innovative per soddisfare le esigenze di una società sempre più orientata verso la sostenibilità, l’efficienza e il comfort abitativo. In questo contesto, la nostra azienda Edilvi, attiva nella provincia di Treviso, si distingue per il metodo costruttivo brevettato, noto come Casa Smart Plus, che promette di rivoluzionare il settore edilizio con un approccio all’avanguardia, orientato alla qualità, alla convenienza e alla sostenibilità. In questo articolo, esploreremo più da vicino il metodo costruttivo Casa Smart Plus e i suoi vantaggi distintivi.

Innovazione tecnologica e sostenibilità ambientale

Il metodo costruttivo Casa Smart Plus si basa sull’integrazione di tecnologie innovative e materiali ecocompatibili per creare abitazioni moderne, efficienti e rispettose dell’ambiente. Uno dei principali pilastri di questo approccio è l’uso di sistemi prefabbricati avanzati, che consentono di ridurre i tempi di costruzione e di minimizzare gli sprechi di materiali, contribuendo così a una maggiore sostenibilità ambientale.

Efficienza energetica e comfort abitativo

Le abitazioni realizzate con il metodo Casa Smart Plus sono progettate per garantire un’elevata efficienza energetica e un comfort abitativo ottimale. Grazie all’impiego di tecnologie di isolamento termico e acustico all’avanguardia, insieme a sistemi di riscaldamento e raffreddamento ad alte prestazioni, queste case offrono un ambiente interno confortevole in tutte le stagioni, riducendo al contempo i consumi energetici e i costi associati.

Personalizzazione e flessibilità

Un altro punto di forza del nostro metodo costruttivo Casa Smart Plus è la sua flessibilità e capacità di adattarsi alle esigenze e alle preferenze dei clienti. Le abitazioni possono essere personalizzate in base a una vasta gamma di fattori, tra cui dimensioni, layout, finiture e sistemi tecnologici integrati, consentendo agli acquirenti di creare la casa dei loro sogni su misura per le loro esigenze specifiche.

Qualità e affidabilità garantite

La nostra azienda si impegna a garantire la massima qualità e affidabilità in ogni fase del processo di costruzione delle abitazioni. Dalla progettazione alla realizzazione, ogni passo è attentamente controllato e monitorato per garantire il rispetto degli standard più elevati e la piena soddisfazione dei clienti.

Conclusioni

Il metodo costruttivo Casa Smart Plus rappresenta un’importante innovazione nel settore edilizio, offrendo un approccio all’avanguardia orientato alla sostenibilità, all’efficienza e al comfort abitativo. Grazie all’impiego di tecnologie avanzate, materiali ecocompatibili e un processo costruttivo efficiente, questo metodo promette di trasformare il modo in cui vengono concepite e realizzate le abitazioni, offrendo soluzioni moderne e convenienti per i consumatori attenti all’ambiente e alla qualità della vita. Se stai valutando di costruire la tua casa e sei interessato a saperne di più sul nostro metodo costruttivo CONTATTACI!

La nuova Direttiva Europea sulle Case Green: Promuovere l’edilizia sostenibile per un futuro più verde

La nuova Direttiva Europea sulle Case Green: promuovere l'edilizia sostenibile per un futuro più verde

L’Unione Europea sta compiendo passi significativi verso un futuro più sostenibile e rispettoso dell’ambiente attraverso l’adozione di una nuova direttiva innovativa volta a promuovere la costruzione di case green. Questa iniziativa ambiziosa mira a ridurre l’impatto ambientale del settore edilizio e a migliorare l’efficienza energetica degli edifici, contribuendo così alla lotta contro il cambiamento climatico e promuovendo uno sviluppo urbano più sostenibile.

Con l’iniziativa “Casa Green”, infatti, l’Unione Europea mira a ridurre del 55% entro il 2030 le emissioni dannose rispetto ai livelli del 1990, con l’obiettivo finale di raggiungere emissioni zero entro il 2050. Come? Secondo il piano, tutti i nuovi edifici dovranno essere a emissioni zero a partire dal 2028, mentre quelli già esistenti dovranno migliorare il loro rendimento energetico raggiungendo almeno la classe E entro il 1° gennaio 2030 e la classe D entro il 2033. Per quanto riguarda il riscaldamento, si prevede di vietare l’uso di combustibili fossili entro il 2035 e di eliminare i sussidi per l’installazione di caldaie a combustibili fossili entro il 2024. Si stima che, in Italia, gli edifici toccati dalla nuova normativa, approvata lo scorso 12 marzo 2024, siano 1,8 milioni.

In questo articolo, esploreremo i dettagli e i benefici della nuova direttiva europea sulle case green.

Obiettivi e ambito della Direttiva

La nuova direttiva europea sulle case green si propone di raggiungere una serie di obiettivi chiave volti a promuovere l’edilizia sostenibile e a ridurre le emissioni di gas serra nel settore edilizio. Tra gli obiettivi principali della direttiva vi sono:

Aumentare l’Efficienza Energetica: La direttiva mira a promuovere la realizzazione di edifici a basso consumo energetico e a incentivare l’adozione di tecnologie e soluzioni innovative per migliorare l’efficienza energetica degli edifici esistenti.

Promuovere l’Uso di Fonti Rinnovabili: La direttiva incoraggia l’uso di fonti rinnovabili di energia, come il solare e l’eolico, per soddisfare il fabbisogno energetico degli edifici, riducendo così la dipendenza dalle fonti fossili e contribuendo alla transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio.

Migliorare la Qualità dell’Aria e del Comfort: La direttiva prevede norme e linee guida per migliorare la qualità dell’aria interna negli edifici e per garantire un comfort termico ottimale per gli occupanti, promuovendo il benessere e la salute delle persone.

Ridurre l’Impronta Ambientale degli Edifici: La direttiva incoraggia l’adozione di pratiche e materiali di costruzione sostenibili, riducendo così l’impatto ambientale degli edifici sull’ecosistema e sul ciclo di vita dei materiali.

Benefici della direttiva sulle Case Green

L’adozione della nuova direttiva europea sulle case green comporta una serie di benefici significativi per l’ambiente, la società e l’economia:

Riduzione delle Emissioni di Gas Serra: Promuovendo edifici a basso consumo energetico e l’uso di fonti rinnovabili di energia, la direttiva contribuirà a ridurre le emissioni di gas serra nel settore edilizio, mitigando così gli effetti del cambiamento climatico.

Miglioramento della Salute e del Benessere: Migliorando la qualità dell’aria interna e garantendo un comfort termico ottimale, la direttiva favorirà la salute e il benessere degli occupanti degli edifici, riducendo il rischio di malattie respiratorie e migliorando la qualità della vita.

Stimolo all’Innovazione e alla Crescita Economica: La direttiva stimolerà l’innovazione nel settore delle costruzioni e favorirà lo sviluppo di nuove tecnologie e soluzioni sostenibili, creando opportunità di lavoro e promuovendo la crescita economica nel settore.

Conclusioni

La nuova direttiva europea sulle case green rappresenta un passo significativo verso un futuro più sostenibile e rispettoso dell’ambiente nel settore edilizio. Promuovendo l’adozione di pratiche e tecnologie sostenibili, la direttiva mira a ridurre l’impatto ambientale degli edifici e a migliorare la qualità della vita degli occupanti, contribuendo così alla creazione di comunità più resilienti e prosperose. Con un impegno condiviso da parte di governi, aziende e cittadini, le case green possono diventare la norma e non l’eccezione, trasformando il modo in cui concepiamo, progettiamo e costruiamo gli spazi in cui viviamo e lavoriamo.

Approfondimento tecnico sulle Biville di Via Kennedy a Casale sul Sile

Case Smart Plus a Casale (TV)
Case Smart Plus a Casale (TV)

Approfondimento tecnico sulle Biville di Via Kennedy a Casale sul Sile

Le case biville di Via Kennedy sono state progettate e costruite con un focus particolare su diversi aspetti tecnici che ne garantiscono l’efficienza, la durabilità e il comfort abitativo. Di seguito, analizzeremo più dettagliatamente alcuni degli elementi tecnici chiave di queste residenze innovative.

Efficienza energetica

Le case biville sono dotate di un’ottima coibentazione termica che minimizza le dispersioni di calore e riduce la necessità di riscaldamento e raffreddamento. Le pareti esterne sono realizzate con materiali isolanti ad alta densità, mentre i serramenti sono dotati di vetri a bassa emissività termica e telai con ponti termici minimizzati. Queste caratteristiche consentono di mantenere una temperatura interna confortevole in tutte le stagioni, riducendo al contempo i consumi energetici e i costi di gestione.

Tecnologie per il risparmio energetico

Le case biville sono equipaggiate con tecnologie avanzate per il risparmio energetico, tra cui sistemi di riscaldamento a pompa di calore ad alta efficienza e pannelli solari fotovoltaici integrati nel tetto per la produzione di energia elettrica. Questi sistemi consentono di ridurre ulteriormente il consumo di energia proveniente dalla rete elettrica tradizionale, rendendo le residenze più autosufficienti ed eco-sostenibili.

Materiali di costruzione

Durante la costruzione delle case biville, è stata prestata particolare attenzione alla scelta dei materiali di costruzione. Le strutture portanti sono realizzate con materiali di elevata qualità che garantiscono efficienza energetica e sicurezza antisismica. Le finiture interne ed esterne sono realizzate con materiali certificati. Il tutto garantisce il pregio ed il valore dell’edificio nel tempo mantenendone così il valore di mercato.

Sistemi di ventilazione e ricambio dell'aria

Le case biville sono dotate di sistemi di ventilazione meccanica controllata (VMC) che assicurano un costante ricambio d’aria all’interno degli ambienti abitativi, eliminando l’umidità in eccesso e prevenendo la formazione di muffe e condense. Questi sistemi contribuiscono anche a migliorare la qualità dell’aria interna, riducendo la presenza di allergeni e agenti inquinanti e promuovendo il benessere degli abitanti.

Domotica integrata

Le case biville sono dotate di sistemi di domotica integrata che consentono agli abitanti di controllare e gestire diversi aspetti dell’abitazione, come il riscaldamento, l’illuminazione e la sicurezza, attraverso dispositivi intelligenti e applicazioni mobili. Questi sistemi non solo aumentano il comfort e la convenienza degli abitanti, ma contribuiscono anche a ottimizzare l’efficienza energetica dell’edificio, consentendo di programmare e regolare i consumi in base alle effettive esigenze.

Conclusioni

Le case biville di Via Kennedy a Casale sul Sile rappresentano un esempio eccellente di come l’innovazione tecnologica e la sostenibilità possano essere integrate con successo nell’edilizia residenziale. Attraverso l’uso di materiali di alta qualità, tecnologie avanzate e soluzioni progettuali all’avanguardia, queste residenze offrono un ambiente abitativo moderno, confortevole e eco-sostenibile per i loro abitanti, contribuendo al contempo alla riduzione dell’impatto ambientale e al risparmio energetico nel settore edilizio. Se sei interessato a saperne di più sulle biville in vendita a Casale sul Sile, in provincia di Treviso, CONTATTACI!

Progettazione BIM: L’innovativo approccio di Edilvi per una costruzione efficiente e sostenibile

Progettazione BIM: L'innovativo approccio di Edilvi per una costruzione efficiente e sostenibile

La progettazione Building Information Modeling (BIM) sta rivoluzionando il settore dell’edilizia, consentendo una pianificazione più accurata, una collaborazione migliorata e una costruzione più efficiente. In questo contesto, Edilvi, azienda leader nel settore delle costruzioni con sede a Treviso, si distingue per il suo approccio innovativo e avanzato alla progettazione BIM. In questo articolo, esploreremo i dettagli e i vantaggi dell’approccio di Edilvi alla progettazione BIM e il suo impatto positivo sulle pratiche di costruzione e sulle comunità in cui opera.

Cos'è la progettazione BIM?

Il Building Information Modeling (BIM) è una metodologia di progettazione e gestione dei dati che consente ai professionisti dell’edilizia di creare, condividere e gestire informazioni dettagliate su un edificio durante l’intero ciclo di vita, dalla progettazione alla costruzione e alla gestione. Utilizzando modelli tridimensionali digitali ricchi di informazioni, il BIM consente una visualizzazione dettagliata e accurata di ogni aspetto dell’edificio, facilitando la collaborazione tra le diverse discipline coinvolte nel processo edilizio.

L'approccio di Edilvi alla progettazione BIM

Edilvi ha abbracciato pienamente la metodologia BIM come parte integrante del suo approccio alla progettazione e alla costruzione. L’azienda utilizza software avanzati per la creazione e la gestione di modelli BIM dettagliati, che incorporano informazioni essenziali su geometria, materiali, componenti, sistemi e processi costruttivi. Questi modelli diventano il cuore del processo decisionale e della comunicazione durante tutte le fasi del progetto.

Vantaggi della progettazione BIM di Edilvi

L’approccio di Edilvi alla progettazione BIM offre una serie di vantaggi significativi:

Pianificazione e Progettazione Precise: Grazie ai modelli BIM dettagliati, Edilvi può pianificare e progettare in modo preciso ogni aspetto del progetto, ottimizzando il layout, i materiali e i processi costruttivi per massimizzare l’efficienza e la sostenibilità.

Collaborazione Migliorata: Il BIM facilita la collaborazione tra i membri del team di progetto, consentendo una comunicazione più efficace e una condivisione istantanea di informazioni e dati aggiornati.

Analisi e Simulazioni Avanzate: Con i modelli BIM, Edilvi può condurre analisi e simulazioni avanzate per valutare le prestazioni energetiche, termiche e strutturali dell’edificio, consentendo di prendere decisioni informate e ottimizzare il design per massimizzare l’efficienza e il comfort.

Costruzione e Gestione Efficienti: Durante la fase di costruzione e gestione dell’edificio, i modelli BIM forniscono una base solida per il coordinamento delle attività, il monitoraggio del progresso e la gestione degli asset, facilitando la manutenzione e la gestione a lungo termine dell’edificio.

Impatto positivo sulle comunità locali

L’approccio di Edilvi alla progettazione BIM non solo porta vantaggi tangibili in termini di efficienza e sostenibilità, ma ha anche un impatto positivo sulle comunità locali in cui opera. Grazie alla sua capacità di fornire progetti di alta qualità in modo efficiente e sostenibile, Edilvi contribuisce alla creazione di spazi abitativi sicuri, confortevoli e moderni che migliorano la qualità della vita delle persone e promuovono lo sviluppo sostenibile delle città e dei quartieri.

Conclusioni

La progettazione Building Information Modeling (BIM) è diventata un elemento fondamentale per l’industria dell’edilizia moderna, consentendo una progettazione più precisa, una costruzione più efficiente e una gestione più efficace degli edifici. L’approccio innovativo di Edilvi alla progettazione BIM dimostra l’impegno dell’azienda per l’eccellenza e la sostenibilità, offrendo soluzioni avanzate che migliorano la qualità della vita e promuovono lo sviluppo sostenibile delle comunità locali.

Casa Smart Plus di Edilvi – Innovazione per Edifici NZEB

Casa singola Treviso portico serale
Casa singola Treviso portico serale

Casa Smart Plus di Edilvi - Innovazione per Edifici NZEB

Nel mondo in continua evoluzione delle costruzioni sostenibili e a basso impatto ambientale, il brevetto Casa Smart Plus di Edilvi emerge come un’innovativa soluzione per la realizzazione di edifici ad energia quasi zero (NZEB). Questo metodo costruttivo pionieristico incorpora tecnologie all’avanguardia per garantire efficienza energetica, comfort abitativo e sicurezza antisismica, ponendosi così all’avanguardia nel settore dell’edilizia eco-sostenibile.

L'utilizzo del Climablok: efficienza energetica e sicurezza antisismica

Uno degli elementi chiave di Casa Smart Plus è l’utilizzo del Climablock, un materiale costruttivo ad alte prestazioni energetiche progettato per integrare la resistenza meccanica del calcestruzzo con le proprietà isolanti del polistirene. Questo innovativo sistema combina una casseratura in polistirene con il calcestruzzo, fornendo un’eccellente protezione termica e acustica, oltre a garantire una struttura antisismica e una riduzione significativa dei consumi energetici.

I vantaggi del Climablock e di Casa Smart Plus

I vantaggi del Climablock sono molteplici e impattanti. Oltre alla riduzione dei consumi energetici, offre un isolamento termico superiore, contribuendo così a mantenere una temperatura interna confortevole in ogni stagione. La sua struttura resistente e duratura richiede minime manutenzioni nel tempo, garantendo un’abitazione di qualità che dura nel tempo. Inoltre, la sua capacità di eliminare l’umidità e prevenire la formazione di muffe sulle pareti migliora notevolmente la qualità dell’aria interna, favorendo un ambiente più salubre per gli abitanti.

Casa Smart Plus: sistemi intelligenti per la gestione degli impianti

Ma le innovazioni non si fermano qui. Grazie al brevetto Casa Smart Plus, Edilvi offre la possibilità di integrare sistemi di building automation nelle proprie abitazioni. Questi sistemi intelligenti consentono ai proprietari di controllare e gestire tutti gli impianti domestici tramite tablet o smartphone, offrendo un livello di comodità e controllo senza precedenti.

Casa Smart Plus: produzione dell'energia per l'autoconsumo

Le realizzazioni effettuate con il brevetto Casa Smart Plus non solo soddisfano gli standard più elevati di sostenibilità e efficienza energetica, ma rappresentano anche un passo avanti verso un futuro in cui le abitazioni non solo consumano meno energia, ma producono anche energia rinnovabile per alimentare le proprie esigenze. Con tempi di costruzione rapidi e una qualità senza compromessi, Casa Smart Plus di Edilvi si posiziona al centro della rivoluzione nell’edilizia sostenibile, offrendo un’opzione innovativa e responsabile per gli acquirenti di case di oggi e di domani.

Se sei in procinto di costruire casa a Treviso e provincia e il nostro sistema costruttivo ti ha incuriosito compila il form qui sotto per chiedere maggiori informazioni ed essere ricontattato dai nostri consulenti.

Edifici ad Energia Quasi Zero: Il Futuro dell’Edilizia Sostenibile

Case Smart Plus a Casale (TV)
Case Smart Plus a Casale (TV)

Edifici ad Energia Quasi Zero: Il Futuro dell'Edilizia Sostenibile

Nell’era in cui la sostenibilità ambientale è diventata una priorità globale, l’attenzione si è concentrata sempre di più sull’adozione di pratiche edilizie eco-friendly. Tra queste, gli edifici ad energia quasi zero (nZEB) si ergono come pietra miliare nella corsa verso un futuro più verde e sostenibile.

Cos'è un Edificio ad Energia Quasi Zero (nZEB)?

Gli edifici ad energia quasi zero sono strutture progettate e costruite con l’obiettivo di ridurre al minimo il consumo energetico e di sfruttare fonti energetiche rinnovabili per soddisfare il resto delle proprie esigenze energetiche. Questi edifici sono caratterizzati da un bilancio energetico vicino allo zero, il che significa che l’energia necessaria per il loro funzionamento è quasi interamente coperta da fonti rinnovabili integrate nell’edificio stesso.

Caratteristiche Principali degli Edifici nZEB:

Isolamento Superiore: Gli edifici nZEB sono dotati di sistemi di isolamento avanzati che riducono la dispersione di calore, contribuendo così a mantenere una temperatura interna confortevole senza la necessità di costanti aggiustamenti del riscaldamento o del condizionamento.

Tecnologie ad Alta Efficienza Energetica: Le tecnologie all’avanguardia, come i pannelli solari fotovoltaici, le pompe di calore ad alta efficienza e i sistemi di ventilazione meccanica controllata, sono integrate negli edifici nZEB per massimizzare l’uso delle energie rinnovabili.

Design Bioclimatico: Il design bioclimatico considera le caratteristiche climatiche del luogo in cui si trova l’edificio al fine di massimizzare l’efficienza energetica sfruttando al meglio l’energia solare passiva, la ventilazione naturale e altri elementi ambientali.

Monitoraggio e Gestione dell’Energia: Gli edifici nZEB sono dotati di sistemi di monitoraggio avanzati che consentono il controllo e l’ottimizzazione del consumo energetico in tempo reale, consentendo una gestione efficiente delle risorse.

Vantaggi degli Edifici ad Energia Quasi Zero:

Riduzione delle Emissioni di CO2: Grazie alla loro elevata efficienza energetica e alla produzione di energia da fonti rinnovabili, gli edifici nZEB contribuiscono in modo significativo alla riduzione delle emissioni di gas serra, aiutando a contrastare il cambiamento climatico.

Risparmio Economico a Lungo Termine: Sebbene l’investimento iniziale possa essere più elevato rispetto a quello per un edificio tradizionale, nel lungo periodo gli edifici nZEB offrono notevoli risparmi sui costi energetici, rendendoli un’opzione economica e sostenibile.

Comfort Abitativo Migliorato: Grazie alla loro elevata efficienza energetica, gli edifici nZEB offrono un ambiente interno confortevole e salubre tutto l’anno, riducendo al minimo gli sbalzi di temperatura e garantendo una migliore qualità dell’aria.

Conclusioni:

Gli edifici ad energia quasi zero rappresentano il futuro dell’edilizia sostenibile, offrendo un’opportunità concreta per ridurre l’impatto ambientale dell’industria delle costruzioni e per promuovere uno stile di vita più eco-friendly. Investire in edifici nZEB non solo porta benefici ambientali, ma offre anche vantaggi economici e miglioramenti tangibili nella qualità della vita degli abitanti. È ora che l’edilizia abbracci pienamente questa rivoluzione verde e si impegni a costruire un futuro più sostenibile per le generazioni a venire.

Se sei interessato a costruire una casa nZEB a Treviso e provincia compila il form qui sotto e contattaci!

Transizione edilizia 4.0: i nuovi prodotti e servizi di Edilvi

Transizione edilizia 4.0: evoluzione prodotti servizi Edilvi
Transizione edilizia 4.0: evoluzione prodotti servizi Edilvi

Transizione edilizia 4.0 l'evoluzione dei prodotti e servizi Edilvi per gli edifici

La profonda trasformazione dell’edilizia e dei metodi costruttivi, la possibilità di gestire i consumi energetici degli edifici da remoto, l’avvento delle comunità energetiche, la diffusione su larga scala delle tecnologie IoT – Internet of Things (Internet delle cose) e la sempre maggior richiesta di connettività stanno cambiando completamente il settore delle costruzioni di edifici.

Tutto ciò ha, infatti, spostato l’orizzonte di progettazione e costruzione. Che non si conclude una volta costruito l’edificio, ma continua nel tempo con la gestione dell’edificio stesso e con la connessione dell’edificio all’ambiente interno ed esterno che lo circonda.

Gli smart building: un sistema interconnesso che combina gestione energetica e servizi alla persona

Un edificio è un sistema composto da tecnologie, servizi, hardware e software che consente di migliorare la qualità della vita di chi lo utilizza, di ottimizzare i consumi energetici e di abbattere gli agenti inquinanti interni ed esterni. Inoltre, un edificio fa parte di un sistema. Non è più un elemento finito a sé stante ma si interfaccia con tutti gli altri edifici che lo circondano.

L’avvento delle CER (Comunità energetiche rinnovabili) consentirà, nei prossimi 10 e 20 anni, di interconnettere gli edifici dal punto di vista energetico garantendo sistemi intelligenti di gestione dell’energia. I risultati saranno:

    • l’abbattimento del prezzo dell’energia, in quanto prodotta sul posto con impianti alimentati da fonti rinnovabili,
    • l’aumento della quota di produzione di energia da fonti rinnovabili,
    • minore inquinamento,
    • riduzione della povertà energetica.

L’avvento delle connessioni ultraveloci consente di gestire da remoto e attraverso tecnologie a portata di tutti (come smartphone, pc, tablet, smart watch, console, sistemi elettronici delle automobili), non solo i consumi energetici, ma anche le diverse funzionalità che i software di domotica e building automation mettono a disposizione delle persone.

Gli smart building nell’ottica di Edilvi

La collaborazione decennale con le università nonché la sperimentazione sul campo nella costruzione di case nzeb, nella riqualificazione di case esistenti, di condomini e di edifici pubblici e dodici anni di ricerca nel campo dell’efficientamento energetico e nello sviluppo digitale ci hanno consentito di sviluppare dei sistemi ad hoc per ogni tipologia di edificio.

La smart home

La nostra smart home sarà costituita dai seguenti elementi:

    • sistema fotovoltaico per l’autoconsumo energetico e predisposizione per la partecipazione alla comunità energetica;
    • batteria di accumulo energetico;
    • colonnine di ricarica per i veicoli elettrici;
    • sistemi di domotica avanzati con gestione a distanza e da mobile;
    • ventilazione meccanica controllata;
    • pompa di calore;
    • sistema di sanificazione integrato dell’aria;
    • gestione ottimale, anche da remoto, degli elettrodomestici di nuova generazione;
    • servizi di telemedicina e telesoccorso;
    • rilevazione digitale di edificio ed impianti per la generazione del digital twin, ossia la creazione, attraverso sistemi digitali di progettazione, di una copia perfetta dell’edificio fisico.

Il condominio smart

Il condominio smart sarà così composto:

    • impianto fotovoltaico per la gestione energetica delle parti comuni e dei singoli alloggi;
    • batteria di accumulo energetico centralizzata;
    • colonnine di ricarica per veicoli elettrici in proporzione al numero di alloggi presenti nell’edificio;
    • infrastruttura multiservizio per la gestione dell’energia e dei servizi nelle parti comuni condominiali;
    • smart home per ogni singolo alloggio;
    • sistema di sanificazione dell’aria per ogni alloggio;
    • ventilazione meccanica controllata e pompa di calore centralizzata;
    • illuminazione led e controllo della stessa da remoto nelle parti comuni del condominio;
    • gestione ottimale degli elettrodomestici per ogni singolo alloggio;
    • rilevazione con laser scanner del sistema edificio-impianti per la creazione del digital twin;
    • rete FTTH;
    • installazione di apposito server che consente l’accesso al sistema di gestione dell’edificio da remoto.

Edifici pubblici smart

Gli edifici pubblici smart saranno dotati di:

    • impianto fotovoltaico per l’autoconsumo di energia;
    • batterie di accumulo energetico che consentono di stabilizzare i picchi di sistema tra produzione e consumo di energia;
    • colonnine di ricarica per i veicoli elettrici a disposizione dei dipendenti;
    • edificio con sistemi di building automation e gestione dei dispositivi elettronici anche da remoto;
    • illuminazione interna ed esterna con luci led gestita da remoto;
    • ventilazione meccanica controllata, pompa di calore e/o caldaia;
    • rilevazione con laser scanner del sistema edificio impianto per la realizzazione del digital twin;
    • collegamento, tramite apposito server, alla piattaforma di gestione da remoto dell’edificio.

Negli smart building scolastici, inoltre, sarà presente un’infrastruttura multiservizi con rete di connessione ultra veloce a banda larga per ottimizzare la didattica a distanza ed i collegamenti per le riunioni online.

Smart factory: fabbriche ed aziende smart

L’ultimo settore su cui ci siamo concentrati è la realizzazione delle fabbriche/aziende smart, un campo che oltre all’ottimizzazione dell’edificio prevede anche l’ottimizzazione energetica delle linee produttive e degli impianti di produzione.

In questo caso il campo di intervento si allarga e la fabbrica sarà dotata di:

    • impianto fotovoltaico per l’autoconsumo con batteria di accumulo e colonnine di ricarica per i veicoli elettrici;
    • motori di produzione di ultima generazione ed a basso consumo;
    • compressori ad aria compressa;
    • sistemi di refrigerazione ad alta efficienza;
    • ventilazione meccanica controllata ed impianti a basso consumo ed alta efficienza energetica con controllo di gestione da remoto ed ottimizzazione dei consumi;
    • illuminazione led con gestione da remoto;
    • impianti di cogenerazione;
    • impianto solare termico;
    • generatori di calore a basso consumo;
    • rilevazione con laser scanner degli edifici e degli impianti per la creazione del digital twin;
    • connessione tramite server a piattaforme per la gestione da remoto dell’edificio.

Facility management e manutenzione predittiva

I sistemi di gestione da remoto dell’edificio ed il digital twin consentiranno di pianificare la manutenzione predittiva a lungo termine mantenendo l’edificio pienamente funzionante e di ridurre al minimo gli interventi straordinari per malfunzionamento. In caso di guasti o manutenzioni straordinarie sarà, infine, possibile identificare subito il punto ed il malfunzionamento sul quale intervenire con tecnici specializzati.

Se il tuo edificio rientra potenzialmente in uno di questi quattro e sei interessato ad avere maggiori informazioni per trasformarlo in uno smart building contattaci attraverso il form a disposizione qui sotto.

Agrivoltaico: gli incentivi per installare un impianto fotovoltaico sui tetti degli edifici agricoli

agrivoltaico incentivi impianti fotovoltaici pnrr
agrivoltaico incentivi impianti fotovoltaici pnrr

Agrivoltaico: gli incentivi per installare un impianto fotovoltaico sui tetti degli edifici agricoli

Il PNRR – Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ha introdotto, per gli anni dal 2022 al 2026, importanti incentivi per installare impianti fotovoltaici sui tetti degli edifici ad uso produttivo nel settore agricolo, zootecnico e agroindustriale.

Qualche settimana fa avevamo pubblicato un articolo sui parchi agrisolari installabili sopra le aree coltivate, oggi, invece, approfondiamo quanto previsto per gli edifici ad uso agricolo.

Il Mipaaf, Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali, attraverso il PNRR, ha messo a disposizione 1,5 miliardi di euro per realizzare 4,3 milioni di mq di fotovoltaico (fonte dati QualEnergia.it) tramite un apposito bando.

Chi può accedere agli incentivi?

Gli incentivi sono dei finanziamenti in conto capitale, sulla spesa ammessa, ai quali possono accedere:

    • Imprenditori agricoli in forma individuale o societaria;
    • Imprese agroindustriali con codici ATECO ammissibili;
    • Cooperative agricole che svolgono attività agricola ai sensi dell’art. 2135 del Codice Civile e loro cooperative o consorzi (art.1 comma 2 D.lgs 228/2001).

Sono esclusi dagli incentivi i soggetti che hanno un volume di fatturato inferiore a 7 mila euro annui e sono quindi esonerati dalla tenuta della contabilità IVA.

Quali sono gli interventi ammessi?

Gli interventi ammessi sono l’acquisto e la posa in opera di impianti fotovoltaici, con potenza di picco compresa tra i 6kWp ed i 500kWp, assieme all’esecuzione di uno o più dei seguenti interventi:

    • Rimozione e smaltimento dell’amianto dai tetti;
    • Realizzazione dell’isolamento termico dei tetti;
    • Realizzazione di un sistema di aerazione assieme alla sostituzione del tetto (tetto ventilato con camini di evacuazione dell’aria).

Quali spese sono ammesse?

Nel bando sono ammesse le spese per:

    1. realizzare nuovi impianti fotovoltaici:
      1. acquisto e messa a punto di moduli fotovoltaici, inverter, software di gestione, componenti varie;
      2. sistemi di accumulo;
      3. acquisto dei materiali per la realizzazione degli interventi;
      4. costi di connessione alla rete;
    1. rimozione e smaltimento dell’amianto e realizzazione di interventi per coibentare i tetti e/o sistema di aerazione:
      1. demolizione e ricostruzione della copertura fino ad un limite massimo di 700€/kWp.

I costi per la realizzazione dell’impianto fotovoltaico sono ammessi fino ad un massimo di 1500€/kWp. Possono incrementare nel caso di:

    1. installazione di sistemi di accumulo: ulteriori 1000€/kWp (massimale di spesa per la batteria di accumulo di 50mila euro);
    2. installazione di colonnine di ricarica per veicoli elettrici: ulteriori 1000€/kWp per ogni colonnina installata.

Sono ammesse anche le spese di progettazione, le asseverazioni e tutte le spese tecniche del progetto. Per ogni progetto la spesa massima ammissibile è 750mila euro (1milione di euro per ogni beneficiario).

Come funzionano i contributi?

Sono contributi a fondo perduto concessi per il 40 per cento della spesa ammessa, incrementati del 20 per cento nel caso si tratti di: giovani imprenditori, investimenti collettivi o investimenti in zone soggette a vincoli naturali o altri vincoli specifici (art. 32 regolamento UE 1305/2013).

Per le aziende che si occupano di trasformazione dei prodotti agricoli in prodotti non agricoli l’incentivo scende al 30 per cento della spesa ammessa.

Questo aiuto si può cumulare anche con altri contributi pubblici.

Come vengono concessi i contributi?

Mediante graduatorie di merito in cui costituiscono punteggio di merito l’installazione del fotovoltaico per l’autoconsumo aziendale e la predisposizione per la condivisione dell’energia autoprodotta attraverso comunità energetiche rinnovabili.

Incentivi per gli edifici delle imprese: quali sono?

incentivi per edifici imprese 2022
incentivi per edifici imprese 2022

Immobili di impresa: è possibile accedere agli incentivi statali per la riqualificazione?

Le aziende, sebbene abbiano forti limitazioni nell’accesso agli incentivi che più conosciamo come superbonus 110, bonus ristrutturazioni o a seconda del tipo di società, possono accedere ad alcune soluzioni che consentono di migliorare le prestazioni energetiche e sismiche degli edifici di loro proprietà.

L’obiettivo di questo articolo è fare una piccola panoramica degli incentivi dedicati agli interventi di riqualificazione energetica e sismica per gli immobili delle imprese.

Andiamo a vedere ora, a seconda del tipo di edificio quali incentivi siano a disposizione e quali società possano accedere.

Immobili strumentali per natura: sismabonus ordinario, bonus facciate, ecobonus e superbonus 110

Nel caso degli immobili strumentali per natura, cioè gli immobili a cui non è possibile cambiare la destinazione d’uso senza che non ci siano trasformazioni radicali (categorie catastali A/10, B, C, D ed E), si possono utilizzare i seguenti incentivi statali nelle modalità indicate:

    • Sismabonus ordinario: ci possono accedere tutte le persone fisiche e giuridiche nel caso in cui l’edificio sia adibito ad attività produttiva; al sismabonus si può accedere anche nel caso di immobili dati in affitto;
    • Bonus facciate: è consentito richiederlo da parte di tutte le società di persone e di capitali;
    • Ecobonus ordinario: possono richiederlo i titolari di reddito d’impresa che effettuano interventi di riqualificazione su immobili di proprietà o di cui hanno il titolo di detenzione;
    • Superbonus 110: si può utilizzare solo nel caso in cui l’azienda partecipi a spese comuni effettuate su condomini in cui detiene delle proprietà; tuttavia, se le unità che possiede l’azienda sono unità non residenziali in condomini prevalentemente non residenziali la detrazione non spetta all’azienda.

Le aziende, di qualsiasi tipo, non possono accedere al bonus ristutturazioni.

Possono però usufruire, sugli altri bonus, di cessione del credito e sconto in fattura.

Immobili strumentali per destinazione: sismabonus ordinario, bonus facciate, ecobonus ordinario e superbonus 110

Se parliamo di immobili strumentali per destinazione, e cioè degli edifici che l’azienda utilizza esclusivamente per l’esercizio dell’impresa, la situazione cambia leggermente:

    • Sismabonus ordinario: spetta a tutte le imprese e società di persone e di capitali per gli immobili in cui svolgono la loro attività e può essere richiesto da attività agricole, professionali, produttive di beni e servizi, commerciali e non commerciali;
    • Bonus facciate: possono ricorrervi tutte le società di persone e di capitali;
    • Ecobonus ordinario: vale lo stesso principio destinato agli immobili strumentali per natura;
    • Superbonus 110: le limitazioni rimangono le stesse del sismabonus per i beni strumentali per natura.

Anche in questo caso i proprietari dell’azienda possono usufruire di cessione del credito e sconto in fattura.

Immobili patrimonio (immobilizzati): bonus ristrutturazioni, sismabonus ordinario, bonus facciate, ecobonus ordinario e superbonus 110

Si tratta di abitazioni o terreni locati a terzi o non utilizzati per l’attività (immobili patrimonio). Gli incentivi cui si può accedere sono:

    • Bonus ristrutturazioni solo nel caso di abitazioni patrimonio;
    • Sismabonus ordinario: l’agevolazione spetta a tutte le imprese e società di persone e capitali;
    • Bonus facciate: spetta anche per le abitazioni patrimonio;
    • Ecobonus ordinario: è garantito lo stesso meccanismo che nel caso dei beni strumentali;
    • Superbonus 110: è soggetto alle stesse limitazioni degli immobili strumentali.

Anche in questo caso i proprietari dell’azienda possono usufruire di cessione del credito e sconto in fattura.

Immobili merce: sismabonus ordinario, bonus facciate, superbonus 110

Gli immobili merce possono accedere a:

    • Sismabonus ordinario: con le stesse modalità delle altre tipologie di beni immobili;
    • Bonus facciate: sulla carta il bonus non è vietato tuttavia l’Agenzia delle Entrate non ha ancora dato indicazioni in merito;
    • Ecobonus 110: valgono le stesse limitazioni previste per gli altri immobili aziendali
    • Superbonus 110: valgono le stesse limitazioni previste per gli altri immobili aziendali.

L’azienda può optare per la cessione del credito o lo sconto in fattura.

Perché è importante intervenire anche sugli immobili aziendali?

Riqualificare il patrimonio di immobili appartenente alle aziende contribuisce a migliorare l’efficienza energetica e la sicurezza antisismica degli edifici aziendali. Inoltre, contribuisce al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda sul Clima per il 2030.

Un intervento, in particolare, oltre alla coibentazione dell’edificio, può contribuire alla produzione di energia da fonti rinnovabili: l’installazione di pannelli fotovoltaici per l’autoconsumo.

In questo caso l’azienda è in grado di sostenere in modo più efficiente i costi derivanti dall’utilizzo dell’energia.

Le aziende, infine, possono essere predisposte per la partecipazione alle CER – Comunità Energetiche Rinnovabili – ed immettere in rete l’energia prodotta in surplus. Ciò genera un circolo virtuoso che permette di avere più autonomia energetica ed a costi più moderati per tutti i cittadini, in un’ottica win-win.

Fondi per gli immobili aziendali in Veneto

In Veneto, lo scorso giugno, il fondo anticrisi (gestito da Veneto Sviluppo) è stato aumentato di 5 milioni di euro proprio per dare la possibilità alle aziende che installano un impianto fotovoltaico (più inverter, accumulo ed altre dotazioni tecnologiche) di ulteriori agevolazioni.

Nuove costruzioni

Casa Smart Plus
case nZEB

Nuove costruzioni
Casa Smart Plus
case nZEB

Super Bonus
Demolizione, ricostruzione, riqualificazione case

Super Bonus
Riqualificazione
condomini

Case singole

Demolizione e ricostruzione
o riqualificazione energetica e sismica

Nuove costruzioni

Casa Smart Plus
case nZEB

Condomini

Riqualificazione
energetica e sismica