fbpx
Edilizia pubblica riqualificazione scuola Meleto Valdarno

Edilizia scolastica e contratti EPC: la riqualificazione della scuola di Meleto Valdarno a Cavriglia, un nuovo edificio nZEB

Nell’estate 2020 Edilvi ha eseguito un’importante riqualificazione energetica della ex scuola primaria della frazione Meleto di Cavriglia (provincia di Arezzo), scuola ora adibita ad uffici scolastici. I lavori, iniziati il 01 luglio 2020 sono stati conclusi ufficialmente il 29 settembre scorso, e hanno consentito di trasformare l’edificio scolastico in un edificio nZEB (ad energia quasi zero).

Edilizia pubblica: contratto EPC e incentivo Conto Termico 2.0, il giusto mix per riqualificare

La riqualificazione è avvenuta attraverso la stipula di un contratto EPC (Energy Performance Contract), dopo apposita gara pubblica, ai sensi del D.Lgs. 102/2014. L’importo lavori è di 319.304,73 € di cui 176.962,50 € coperti con i fondi dell’incentivo Conto Termico 2.0. (D.M. 02 febbraio 2016). Il restante importo verrà coperto dal Comune attraverso la corresponsione di un canone mensile all’azienda Edilvi, spalmato su 20 anni di contratto di collaborazione.

EDILVI come unico referente dalla progettazione alla realizzazione degli interventi

All’intervento, eseguito in poco più di un mese e mezzo (al netto della pausa estiva), è preceduto un lavoro preparatorio eseguito da Edilvi, in qualità di General Contractor ed unico referente, che ha compreso:

    • diagnosi energetica;
    • sviluppo del contratto EPC sulla base di calcoli volti all’ottenimento di un livello significativo di risparmio energetico ed economico per la gestione dell’edificio, stimato nel 77% rispetto ai costi di gestione dell’energia pre-intervento;
    • rilievi in loco con tecnologia laser scanner;
    • progettazione con metodo BIM (Building Information Modeling) ed ingegnerizzazione degli interventi di riqualificazione energetica;
    • ingegnerizzazione preventiva della gestione del cantiere e delle fasi di intervento.

Gli interventi eseguiti sono i seguenti:

    • realizzazione del cappotto termico sulle pareti perimetrali dell’edificio;
    • rifacimento del manto di copertura con pannelli sandwich isolanti;
    • sostituzione dei serramenti;
    • sostituzione dei sistemi di riscaldamento preesistenti con pompa di calore elettrica;
    • installazione di un impianto fotovoltaico da 6kW per coprire i consumi elettrici dell’edificio;
    • sostituzione dell’impianto di illuminazione preesistente con corpi illuminanti a LED con regolazione DALI;
    • installazione di un impianto di building automation per la telegestione degli impianti termici;
    • installazione dell’impianto di raffrescamento estivo;
    • installazione dell’impianto di ventilazione meccanica controllata;
    • realizzazione di opere di abbattimento delle barriere architettoniche;
    • opere di redistribuzione delle pareti divisorie delle sale interne;
    • rifacimento della pavimentazione;
    • interventi strutturali localizzati per migliorare il comportamento sismico.

Edilizia pubblica verso il futuro: contabilizzazione da remoto e manutenzione preventiva

Inoltre Edilvi, per tutta la durata del contratto (20 anni), si occuperà della gestione e della manutenzione degli impianti attraverso sistemi di contabilizzazione da remoto (con sensori installati in loco) e di manutenzione preventiva in loco; garantendo un costante controllo dell’andamento dei consumi, il corretto funzionamento degli impianti, la loro efficienza e l’ottimale taratura.

Riqualificazione degli edifici pubblici: le buone pratiche

“Si tratta di un esempio di buone pratiche – commenta l’Amministratore Delegato di Edilvi Diego Pavan – che dimostra come sia possibile riqualificare gli edifici pubblici, ed in particolare le scuole, grazie ad una proficua collaborazione tra settore pubblico e privato. Tali interventi consentono di trasformare il patrimonio immobiliare esistente ed il settore dell’edilizia pubblica restituendo alla cittadinanza edifici più confortevoli ed efficienti, nonché di ottenere consistenti risparmi per gli Enti Pubblici che, alla scadenza del contratto EPC, saranno i diretti fruitori del risparmio energetico garantito dagli interventi. Infine, grazie all’efficientamento energetico si abbattono nettamente le emissioni di anidride carbonica in atmosfera, contribuendo così a salvaguardare l’ambiente”.

Per saperne di più

Se sei un amministratore pubblico o un dirigente pubblico e ti interessa saperne di più su come sia possibile applicare i contratti EPC ed ottenere gli incentivi del Conto Termico per riqualificare gli edifici pubblici di competenza del tuo Comune o dell’Ente di cui fai parte, contattaci per richiedere maggiori informazioni e scarica le nostre guide di approfondimento.

Scarica
la guida

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

CONTATTACI

Acquisite le informazioni fornite da EDILVI SPA ai sensi dell'art. 13 del GDPR, l'utente - dichiarando di essere maggiorenne o di avere almeno 16 anni - presta il proprio consenso per l'inserimento dei dati personali nell'archivio elettronico ai fini della newsletter (o altro servizio o richiesta) ed il conseguente trattamento dei propri dati personali per le finalità connesse.
Presta il proprio consenso per l’inserimento dei propri dati personali nell’archivio elettronico ai fini di marketing, comunicazioni commerciali e pubblicitarie dei propri prodotti o servizi.
Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali per il servizio di richiesta informazioni Privacy policy e il Consenso informato

Nuove costruzioni
Casa Smart Plus
case nZEB

Super bonus 110
Demolizione, ricostruzione, riqualificazione case

Super Bonus 110
Riqualificazione
condomini

Nuove costruzioni

Casa Smart Plus
case nZEB

Super Bonus 110

Demolizione e ricostruzione
o riqualificazione case

Super Bonus 110

Riqualificazione
condomini