fbpx

Super Bonus 110% ristrutturazione condomini

Con il Decreto Rilancio, pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 19 maggio 2020 e convertito in Legge 17 luglio 2020 n. 77, sono stati introdotti dallo Stato italiano nuovi incentivi dedicati alla ristrutturazione dei condomini al fine di renderli più efficienti dal punto di vista energetico e più sicuri dal punto di vista antisismico. Le detrazioni, con il nuovo Super Bonus raggiungono il 110% dell’importo dei lavori eseguiti.

I Super Bonus 110 sono fruibili dai condomìni su interventi effettuati a partire dal 01 luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021. Le detrazioni fiscali si recuperano in 5 anni, in quote di pari importo oppure sono cedibili all’azienda che ha effettuato i lavori, a banche, istituti finanziari ed assicurazioni tramite cessione del credito o sconto in fattura.

Vanno a sommarsi agli incentivi già esistenti tuttavia per fruire della detrazione del 110% si deve effettuare almeno uno degli interventi traino obbligatori:

    • isolamento termico delle superifici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie lorda dell’edificio o dell’unità immobiliare che si trova all’interno dell’edificio;
    • interventi su parti comuni di edifici condominiali per la sostituzione di impianti centralizzati esistenti di climatizzazione invernale con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento e la fornitura di acqua calda sanitaria (interventi “traino” D. L. 19/05/2020 art. 119, c. 1).

Sussiste l’obbligo di conseguire un miglioramento di due classi energetiche, o, il raggiungimento della miglior classe possibile nel caso in cui non si possano ottenere due classi di miglioramento energetico.

Nel Super Bonus 110 sono inclusi anche gli interventi di demolizione e ricostruzione degli edifici.

Sussiste, inoltre, l’obbligo di produrre l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) e l’asseverazione della classe di rischio sismico, nel caso di interventi correlati al Sisma Bonus.  L’attestazione e l’asseverazione devono essere prodotte da un tecnico abilitato e dovranno poi essere trasmesse all’ENEA (con modalità che verranno stabilite entro 30 giorni dalla conversione in Legge, con apposito Decreto del MISE).

Gli altri interventi (interventi “trainati” DL 19/05/2020 art. 119, c. 2) relativi all’ecobonus, alla ristrutturazione edilizia, al bonus facciate rientrano nella detrazione Super Bonus 110% a patto che venga effettuato almeno uno degli interventi traino indicati.

Nel Super Bonus 110% sono stati inclusi anche:

    • l’installazione di impianti fotovoltaici;
    • l’installazione di appositi sistemi integrati di accumulo dell’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico;
    • l’installazione di colonnine di ricarica per le auto elettriche;
    • l’esercizio di impianti fotovoltaici fino a 200kW da parte di comunità energetiche rinnovabili costituite in forma di enti non commerciali o da parte di condomìni che aderiscono alle configurazioni di cui all’art. 42-bis del decreto legge 31 dicembre 2019, n. 162, convertito, con modificazioni, non costituisce svolgimento di attività commerciale abituale. Si applica fino alla soglia di 200 kW e per un ammontare di spesa complessivo di 96.000 euro;
    • l’installazione di impianti fotovoltaici fino a 200kW per una quota di spesa corrispondente alla potenza massima di 20kW e per la quota la quota di spesa eccedente 20kW spetta la detrazione stabilita dall’art. 16-bis, comma 1, lettera h, del testo unico di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, nel limite massimo della spesa complessivo di 96.000 euro riferito all’intero impianto.

Se il committente dei lavori opta per la cessione del credito o lo sconto in fattura deve acquisire il “visto di conformità” che può essere rilasciato da:

    • gli iscritti negli albi dei dottori commercialisti, dei ragionieri e dei periti commerciali e dei consulenti del lavoro;
    • i soggetti iscritti nei ruoli di periti ed esperti tenuti dalle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura per la sub-categoria tributi, in possesso di diploma di laurea in giurisprudenza o in economia e commercio o equipollenti o diploma di ragioneria;
    • dai responsabili dei centri di assistenza fiscale.

Il credito può essere successivamente ceduto per un numero massimo di due volte, in un’unica soluzione e per stato avanzamento lavori (ciascuno stato di avanzamento deve riferirsi ad almeno il 30% dell’importo lavori previsti per l’intervento).

Il Super Bonus 110 si applica ai condomìni ed alla casa adibita ad abitazione principale. Non si applica alle seconde case tranne nel caso in cui la seconda casa faccia parte di un condominio.

Possono accedere al Super Bonus 110:

    • condomìni;
    • persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, su unità immobiliari destinati ad abitazione principale;
    • IACP ed enti aventi le stesse finalità sociali istituiti nella forma di società che rispondono ai requisiti della legislazione in materia di house providing per interventi realizzati su immobili, di loro proprietà ovvero gestiti per conto dei comuni, adibiti ad edilizia residenziale pubblica (termine prolungato fino al 30 giugno 2022);
    • cooperative di abitazione a proprietà indivisa, per interventi realizzati su immobili dalle stesse posseduti e assegnati in godimento ai propri soci;
    • organizzazioni non lucrative di utilità sociale (art. 10 D. Lgs. 4 dicembre 1997 n. 460), organizzazioni di volontariato iscritte nei Registri (art. 6 L. 11 agosto 1991 n. 266), associazioni di promozione sociale iscritte nel registro nazionale e nei registri delle Province Autonome di Trento e Bolzano (art. 7 L. 7 dicembre 2000 n. 383);
    • associazioni e società sportive dilettantistiche per gli immobili adibiti a spogliatoi (art. 5 c. 2 lettera c) D.Lgs. n. 242/1999).

Possono accedervi per un numero massimo di due unità immobiliari. Il Super Bonus non si applica ad edifici che rientrano nelle seguenti categorie catastali: A1, A8 ed A9.

Per maggiori informazioni è possibile consultare anche la Guida al Super Bonus 110 dell’Agenzia delle Entrate.

Precedente
Successivo

Super Bonus 110 Ristrutturazione Condomìni

Disponibilità incentivi

dal 01.07.2020 al 31.12.2021

e fino al 30.06.2022 per le sole ex IACP.

Incentivi Super Bonus 110

110%

INTERVENTI TRAINO

  • isolamento termico delle superifici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l'involucro dell'edificio con un'incidenza superiore al 25% della superficie lorda dell'edificio o dell'unità immobiliare che si trova all'interno dell'edificio. Per poter accedere all'incentivo, i materiali isolanti applicati devono rispettare i CAM - Criteri Ambientali Minimi (ex DM 11 ottobre 2017) Massimali di spesa detraibili: 50.000 euro per unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno; 40.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da due a otto unità immobiliari; 30.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari.
  • interventi su parti comuni di edifici condominiali per la sostituzione di impianti centralizzati esistenti di climatizzazione invernale con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento e la fornitura di acqua calda sanitaria (interventi "traino" D. L. 19/05/2020 art. 119, c. 1). Efficienza minima: classe energetica A. I nuovi impianti possono essere: a condensazione, a pompa di calore, sono inclusi anche impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all'installazione di impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo, o impianti di microcogenerazione, o ancora a collettori solari. La detrazione si applica anche per le spese di smaltimento e bonifica dell'impianto sostituito. Massimali di spesa detraibili: 20.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti fino a 8 unità immobiliari; 15.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da più di 8 unità immobiliari.

110%

INTERVENTI TRAINATI

  • Tutti gli altri interventi previsti per l'ecobonus rientranti all’art. 14 del D.L. 63/2013 convertito in L. 90/2013 e successive modifiche. I limiti di spesa applicabili per la detrazione rimangono quelli già in vigore per ogni singolo intervento.
  • Installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica su edifici esistenti. Massimale di spesa detraibile: 48mila euro e, comunque, fino a 2400 euro per ogni kw di potenza nominale. Nel caso di interventi rientranti nell’art.3 commi d,e,f, del DPR 380/2001 (ristrutturazione edilizia, nuove costruzioni, interventi di ristrutturazione urbanistica) il limite scende a 1600 euro per ogni kw di potenza nominale.
  • Sistemi di accumulo integrati agli impianti fotovoltaici. Rientrano nelle detrazioni previste per il super bonus al 110% alle stesse condizioni degli impianti fotovoltaici. Il massimale di spesa detraibili si calcola su massimo 48mila euro e comunque fino a 1000 euro di spesa per ogni kwh di capacità di accumulo.
  • Interventi correlati al Sismabonus.
  • Esercizio di impianti fotovoltaici fino a 200kW da parte di comunità energetiche rinnovabili costituite in forma di enti non commerciali o da parte di condomìni che aderiscono alle configurazioni di cui all’art. 42-bis del decreto legge 31 dicembre 2019, n. 162, convertito, con modificazioni, non costituisce svolgimento di attività commerciale abituale. Si applica fino alla soglia di 200 kW e per un ammontare di spesa complessivo di 96.000 euro.
  • Installazione di impianti fotovoltaici fino a 200kW per una quota di spesa corrispondente alla potenza massima di 20kW e per la quota la quota di spesa eccedente 20kW spetta la detrazione stabilita dall’art. 16-bis, comma 1, lettera h, del testo unico di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, nel limite massimo della spesa complessivo di 96.000 euro riferito all’intero impianto.
  • Infrastrutture di ricarica di veicoli elettrici negli edifici.
  • Bonus facciate.

Richiedi
un preventivo

CONTATTACI

Acquisite le informazioni fornite da EDILVI SPA ai sensi dell'art. 13 del GDPR, l'utente - dichiarando di essere maggiorenne o di avere almeno 16 anni - presta il proprio consenso per l'inserimento dei dati personali nell'archivio elettronico ai fini della newsletter (o altro servizio o richiesta) ed il conseguente trattamento dei propri dati personali per le finalità connesse.
Presta il proprio consenso per l’inserimento dei propri dati personali nell’archivio elettronico ai fini di marketing, comunicazioni commerciali e pubblicitarie dei propri prodotti o servizi.
Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali per il servizio di richiesta informazioni Privacy policy e il Consenso informato

Nuove costruzioni
Casa Smart Plus
case nZEB

Super bonus 110
Demolizione e ricostruzione case

Super Bonus 110
Riqualificazione
condomini

Nuove costruzioni
Casa Smart Plus
case nZEB

Super bonus 110
Demolizione e ricostruzione case

Super Bonus 110
Riqualificazione
condomini