Vivere in una casa ecosostenibile a Montebelluna costruita con metodo Casa Smart Plus

casa ecosostenibile a montebelluna
casa ecosostenibile a montebelluna

Vivere in una casa ecosostenibile a Montebelluna costruita con metodo Casa Smart Plus

Oggi vi presentiamo la testimonianza di un nostro cliente, Nicola Guerra, che vive in una casa ecosostenibile singola a Montebelluna, costruita nel 2016 con il metodo Casa Smart Plus di EDILVI.

Qualche settimana fa siamo andati a trovarlo e ci siamo fatti raccontare pro e contro del vivere in una Casa Smart Plus. Vi riportiamo la sua testimonianza attraverso un breve video di qualche minuto ed un’intervista scritta in cui approfondiamo alcune tematiche, quali i consumi energetici della sua abitazione.

Ricordiamo che le abitazioni costruite secondo il metodo Casa Smart Plus di EDILVI sono case nZEB, che significa: case ad energia quasi zero.

Se avete gradito il video e la testimonianza vi invitiamo a proseguire con la lettura del nostro articolo per saperne di più su come si vive in una casa ecosostenibile costruita secondo il metodo brevettato di EDILVI.

L'intervista

Nicola, qual’è il motivo che ha spinto, lei e la sua famiglia, a realizzare una casa singola a Montebelluna?

Io e la mia famiglia abitavamo in un appartamento tuttavia sentivamo il desiderio di vivere in una casa singola.

Dove avete conosciuto EDILVI e cosa vi ha spinto a chiedere una valutazione per il vostro progetto?

Abbiamo incontrato EDILVI in fiera a Treviso, all’epoca avevamo solamente un progetto su carta e stavamo contattando le aziende per chiedere preventivi per cui ne è seguito un primo contatto ed una richiesta di preventivo da parte nostra.

Dopo aver chiesto una quotazione ad EDILVI che cosa vi ha spinto a scegliere il brand Casa Smart Plus per la costruzione della vostra casa ecosostenibile a Montebelluna?

Per prima cosa i tempi di realizzazione veloci; in secondo luogo siamo stati attirati dalle tecniche costruttive Casa Smart Plus che prevedono l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili e l’installazione di impianti molto efficienti. Nella nostra zona non passa il gas metano e quindi una casa alimentata con sola energia elettrica per noi era la scelta ottimale. Infine, ci ha attirato la possibilità di avere un’unico referente che gestisse il cantiere e tutte le fasi di preventivazione.

Ad oggi sono più di due anni che, lei e la sua famiglia, vivete nella nuova casa: come si vive in questo tipo di abitazione ad alta efficienza energetica?

A nostro avviso si vive in maniera confortevole. La casa è ben isolata: d’inverno il calore si mantiene anche di notte senza dispersioni (nelle 12 ore notturne il calo di temperatura è di un solo grado); d’estate, al contrario, si sta freschi senza dover intervenire pesantemente con deumidificazione e climatizzazione.

Nicola, voi avevate in previsione di ottenere un maggior risparmio energetico rispetto alla vostra precedente abitazione: è stato così?

In appartamento spendevo più di 1000 euro l’anno tra energia elettrica, metano e legna per riscaldare e raffrescare. Oggi sfruttiamo l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico e spendiamo al massimo 700-800 euro l’anno. C’è, dunque, un risparmio effettivo e le nostre abitudini di vita sono migliorate.

Lei è contento della sua casa singola a Montebelluna?

Sono molto contento, soprattutto dei tempi di realizzazione: in soli 5 mesi dall’installazione del cantiere ci è stata consegnata la casa abitabile (4 mesi effettivi considerata la pausa estiva, ndr). I lavori sono iniziati il 24 maggio 2016 ed il 26 novembre 2016 ci siamo trasferiti in questa casa. Io e mia moglie abbiamo passato una giornata in azienda, assieme ai nostri tecnici di riferimento. Abbiamo deciso la posizione delle prese di corrente, dei mobili, degli elettrodomestici, e la tipologia di finiture. L’azienda ha poi proseguito il proprio lavoro sulla base delle scelte da noi effettuate. Siamo molto contenti anche dell’assistenza post vendita in quanto per qualsiasi problematica i nostri referenti aziendali sono sempre stati a disposizione in tempi rapidi.

Consiglierebbe il metodo brevettato Casa Smart Plus ad altre persone?

Si, ho già consigliato Casa Smart Plus di EDILVI ad alcune persone che hanno chiesto informazioni in merito alla mia casa, e lo consiglierei anche ad altre persone.

Le foto della casa ecosostenibile a Montebelluna

Qui sotto vi presentiamo una gallery di immagini della casa in realizzazione e della casa ecosostenibile finita.

Scopri
Casa Smart Plus

Eventi a Roncade: visita al cantiere Casa Smart Plus a Biancade

eventi a roncade casa smart plus a Biancade. Edifici NZEB
eventi a roncade casa smart plus a Biancade. Edifici NZEB

Casa Smart Plus a Biancade: buon riscontro per la visita guidata al cantiere aperto

Sabato 30 marzo 2019 EDILVI ha accolto presso il proprio cantiere Casa Smart Plus a Biancade di Roncade (via Dary, provincia di Treviso), 60 ospiti. Lo scopo che ha portato l’azienda ad organizzare la visita guidata in cantiere, è far capire come costruire una casa nZEB – ad energia quasi zero, e cosa significhi scegliere un’abitazione ad alta efficienza energetica.

Durante l’evento, iniziato alle 10:30, i presenti hanno potuto visitare l’abitazione, incontrare il committente e progettista dell’abitazione, geom. Mauro Nizzetto, il geom. Enrico Tesser, Direttore Tecnico di EDILVI ed il team dell’azienda.

Focus su efficienza energetica e confort

Nel corso della visita guidata sono stati spiegati:

    • i principi costruttivi di questa tipologia di abitazioni (in classe energetica A4)
    • ed il metodo costruttivo brevettato Casa Smart Plus di EDILVI.

Inoltre, particolare importanza è stata data all’approfondimento delle normative italiane ed europee in materia, le quali prevedono l’obbligo per le nuove costruzioni, a partire dal 2021, di rispettare i dettami del DM 162/2015 “Requisiti minimi”.

Infine, gli ospiti hanno assistito alla testimonianza di alcune persone che già vivono in abitazioni Casa Smart Plus ed hanno chiesto indicazioni su risparmi energetici e comfort abitativo.

Le abitazioni Casa Smart Plus di EDILVI sono abitazioni:

Ad alta efficienza energetica

Gli impianti installati, che utilizzano energia da fonti rinnovabili, consentono di abbattere i costi dell’energia in bolletta.

A basse emissioni di CO2

Una Casa Smart Plus emette il 70% di emissioni di anidride carbonica in meno rispetto ad un’abitazione tradizionale.

Antisismica

Le soluzioni costruttive adottate sono sicure e consentono di ridurre al minimo il rischio di danni in caso di terremoto.

150 giorni per la consegna

Dall’installazione del cantiere alla consegna delle chiavi di un’abitazione finita di medie dimensioni passano solo 4 mesi.

“Siamo soddisfatti della partecipazione alla visita guidata in cantiere di sabato scorso – conclude il geom. Diego Pavan – La nostra azienda si occupa di efficienza energetica degli edifici e riteniamo che momenti come questa visita guidata in cantiere siano importanti, oltre che per presentare i nostri prodotti, per diffondere informazione e cultura su temi quali il risparmio energetico, la sicurezza antisismica ed il rispetto per l’ambiente.”

Le foto della visita guidata in cantiere

Scopri
Casa Smart Plus

Webinair Joule Assets ed EDILVI: The power of Energy Efficiency

webinair joule assets ed EDILVI
webinair joule assets ed EDILVI

Webinair Joule Assets ed EDILVI: The power of Energy Efficiency

Giovedì 28 marzo 2019, dalle 11:00 alle 12:00, sarà possibile partecipare ad un interessante webinair che tratterà dei meccanismi di finanziamento innovativi e delle best practices nell’ambito dell’efficienza energetica.

Tra i relatori del webinair, organizzato dalla società Joule Assets Europe (che si occupa di promuovere l’efficienza energetica e la riduzione del consumo di energia negli edifici facendo incontrare investitori e promotori di progetti), ci sarà anche l’Ing. Alessandro Cimitan, Responsabile della Divisione ESCo di EDILVI. L’ing. Alessandro Cimitan presenterà gli esempi di efficientamento energetico condotti da EDILVI SPA su edifici esistenti attraverso la formula del contratto EPC – Energy Performance Contract.

focus che verranno affrontati durante il webinair saranno i seguenti: gestione del rischio per l’efficienza energetica, modelli di contratti EPC, case studies di efficientamento energetico tramite contratti EPC, debito ed equity, strategie di investimento e tipologie di finanziamenti disponibili.

Webinair Joule Assets ed EDILVI: il programma

ore 11:00 – Inizio del webinair

Finanziamento tramite terzi: gestione del rischio e case study EPC – Joule Assets Europe ed EDILVI Spa

    • Gestione del rischio per l’efficienza energetica
    • Il modello EPC: risparmi garantiti o condivisi?
    • EPC Case Study: EDILVI, vincitori dell’European Energy Service Award (EESA) nella categoria “Best Energy Service Provider”

Equity, debito, strategie di investimento e finanziamenti disponibili – Joule Assets Europe

    • Debito vs Equity: pro e contro
    • Strategie di investimento
    • Finanziamenti disponibili

ore 12:00 – Chiusura del webinair

I riferimenti

Quando

Giovedì 28 marzo 2019

A che ora

11:00 – 12:00

Scopri di più

Per maggiori informazioni sul webinair visita il sito di Joule Assets Europe.

Career Day per Dottorandi dell’Università di Padova: EDILVI tra le aziende partecipanti

career day per dottorandi 2019 PhD Università di Padova
career day per dottorandi 2019 PhD Università di Padova

Career Day per Dottorandi all’Università di Padova: EDILVI tra le aziende partecipanti

EDILVI parteciperà al prossimo career day per dottorandi, organizzato dall’Università degli Studi di Padova, giovedì 28 marzo 2019. che coinvolgerà i dottori di ricerca dell’Università di Padova. Il career day per dottorandi si terrà presso l’Orto Botanico di Padova, in Prato della Valle, dalle ore 10:00 alle 17:00.

Nella mattinata e nel pomeriggio l’azienda riceverà i Dottorandi di Ricerca dell’università patavina per effettuare i colloqui conoscitivi.

La partecipazione al career day per dottorandi è volta a favorire l’incontro tra gli studenti universitari ed il mondo del lavoro nella splendida cornice Patrimonio UNESCO dell’Orto Botanico.

I riferimenti per partecipare

Quando

Giovedì
28 marzo 2019

A che ora

Dalle 10:00
alle 17:00

Dove

Sala Colonne - Orto Botanico
Prato della Valle

Come raggiungere l’Orto Botanico

Università degli Studi di Padova
Via Orto Botanico, 15
35123 Padova – PD

Scopri di più

Per maggiori informazioni sull’evento Università aperta PhD a Padova vai al sito ufficiale.

Per qualsiasi dubbio scrivici lasciando un commento a questa pagina e seguici sulla Pagina Facebook di EDILVI per essere sempre aggiornato.

Convegno a Oderzo sulla riqualificazione dei condomini esistenti

convegno a oderzo
convegno a oderzo

Convegno a Oderzo sulla riqualificazione dei condomini esistenti: EDILVI tra i relatori

EDILVI sarà tra i relatori del Convegno a Oderzo sulla riqualificazione dei condomini esistenti che si terrà sabato 23 marzo a partire dalle ore 9:00 presso l’Aula Magna della Scuola media “F. Amalteo”.

Il convegno a Oderzo, organizzato da Confartigianato  Imprese Oderzo Motta di Livenza, vede la partecipazione di importanti professionisti e player nazionali che tratteranno la materia della riqualificazione dei condomini esistenti.

Verranno spiegati:

    • il quadro legislativo generale in Italia con focus sugli incentivi Eco Bonus e Sisma Bonus;
    • la fotografia dello stato di fatto dei condomini esistenti;
    • le procedure per effettuare diagnosi energetica e sismica nonché l’iter di approvazione dei lavori in condominio;
    • il ruolo delle ESCo Energy Service Company in vista della gestione degli incentivi e del meccanismo di cessione del credito;
    • la cessione del credito ed i finanziamenti possibili;
    • l’acquisizione del credito fiscale da parte dei player nazionali.

A chi è rivolto

L’evento formativo si rivolge ad Imprese del comparto casaamministratori di condominioarchitettigeometri ed altri professionisti del settore ed ha ottenuto il patrocinio di: FNA FederAmministratori, Consorzio Edile Artigiano, Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori Provincia di Treviso, Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Treviso e Comune di Oderzo.

Inoltre, dà diritto ai crediti formativi per gli Ordini degli Architetti, dei Geometri e degli amministratori di condominio (che sosterranno un esame dopo la fine dei lavori).

Convegno a Oderzo: il programma

ore 9:00 – Registrazione partecipanti

ore 9:15 – Saluti della Sindaca della Città di Oderzo – Ing. Maria Scardellato

ore 9:20 – Saluti del Presidente di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana – Vendemiano Sartor

ore 9:25 – Saluti del Presidente di Confartigianato Imprese Oderzo – Motta – Armando Sartori

ore 9:30 – Presentazione degli incentivi fiscali: Eco Bonus e Sisma Bonus come opportunità per la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente – Prof. Stefano Zanchetta, IUAV Venezia

ore 10:00 – Quadro generale sullo stato di fatto dei condomini esistenti in zona Oderzo Motta di Livenza ed opportunità per proprietari e condomini derivanti dagli incentivi fiscali – Dott.ssa Ines Durante, Presidente FNA Federamministratori Provincia di Treviso

ore 10:30 Coffee Break

ore 11:00 – Dalla diagnosi energetica e vulnerabilità sismica alla cessione del credito: fasi ed operatori coinvolti nell’operazione di riqualificazione del condominio – Ing. Giuseppe Zago, Libero professionista esperto in riqualificazione energetica e miglioramento sismico degli edifici

ore 11:20 – Il ruolo della ESCo – Energy Service Company nella riqualificazione dei condomini esistenti. Servizi e casi pratici per i condomini; interoperabilità con professionisti ed aziende del territorio – Geom. Diego Pavan, Amministratore Delegato EDILVI ESCo

ore 11:40 – Finanziamenti per i condomini e cessione del credito d’imposta – Ing. Andrea Ceoletta, Harley & Dikkinson Consulting

ore 12:00 – Il progetto CappottoMio – Dott. Giovanni Colombo, Responsabile dell’Unità Sales di ESCo di ENI Gas e Luce

ore 12:20 – Question time

ore 13:00 – Chiusura lavori e saluti finali

I riferimenti

Quando

Sabato
23 marzo 2019

A che ora

9:00 – 13:00

Dove

Aula Magna Scuola Media “F. Amalteo”
Piazzale Europa 21 31046 Oderzo TV

Come raggiungere il Convegno a Oderzo

Scuola Media “F. Amalteo”
Piazzale Europa 21
31046 Oderzo TV

Scopri di più

Per maggiori informazioni sul Convegno a Oderzo visita il sito di Confartigianato Imprese Oderzo Motta.

Eventi a Roncade: 30 marzo 2019 visita al cantiere Casa Smart Plus di Biancade

Eventi a Roncade cantiere aperto
Eventi a Roncade cantiere aperto

Eventi a Roncade: 30 marzo 2019 visita al cantiere aperto Casa Smart Plus di Biancade

Tra gli eventi a Roncade, il 30 marzo 2019 non perderti la visita guidata al cantiere aperto Casa Smart Plus di EDILVI. Ti aspettiamo a partire dalle 10:30 in via Dary a Biancade di Roncade (TV) per presentarti la nostra ultima casa, ancora in fase di realizzazione.

Il Team di EDILVI sarà presente per spiegarti come in soli 4 mesi sia possibile costruire e consegnare al proprio cliente una casa ad alta efficienza energetica (classificata nZEB – Nearly Zero Energy Building – ad energia quasi zero) che garantisce bassi costi in bolletta ed elevato confort interno.

Inoltre, potrai incontrare i nostri referenti aziendali cui rivolgere le tue domande; il progettista e committente dell’abitazione geom. Mauro Nizzetto che racconterà come si è trovato con la nostra azienda; ed anche sentire e vedere le testimonianze di nostri clienti che vivono in abitazioni costruite con il nostro metodo brevettato Casa Smart Plus.

La visita è completamente gratuita e senza impegno.

Programma dell'evento

Ore 10:30 – Accoglienza degli ospiti partecipanti

Ore 11:00 – Introduzione del geom. Mauro Nizzetto, progettista e committente dell’abitazione che spiegherà perché ha scelto Casa Smart Plus di EDILVI per costruire la sua casa

Ore 11:20 – Intervento del geom. Enrico Tesser, Direttore Tecnico Casa Smart Plus che spiegherà il metodo costruttivo brevettato

Ore 11:40 – Visita guidata all’abitazione grazie alla presenza di tecnici EDILVI

Ore 12:15 – Brindisi finale

I riferimenti

Quando

Sabato
30 marzo 2019

A che ora

10:30

Dove

Via Dary, 40
Biancade di Roncade - TV

Come raggiungere l'evento

Via Dary, 40
Biancade di Roncade – TV

Scopri
Casa Smart Plus

EcoHouse Expo a Verona: anche EDILVI tra i partecipanti

Fiera Eco House
Fiera Eco House

EcoHouse Expo a Verona: anche EDILVI tra i partecipanti

EDILVI sarà tra i partecipanti della Fiera EcoHouse che si terrà a Verona dal 7 al 10 febbraio 2019. La Fiera si affianca all’expo dedicata a “Legno&Edilizia”, la mostra dedicata all’impiego del legno nel settore edile.

EDILVI sarà presente assieme a Rete Innovativa Regionale – Venetian Green Building Cluster, e ad altre realtà aziendali che operano in Veneto ed in Friuli Venezia Giulia, per presentare i propri servizi dedicati all’efficientamento energetico, sismico e digitale degli edifici: condomini 4.0, abitazioni nZEB, edifici pubblici intelligenti.

Per partecipare alla Fiera ed ai convegni è necessario registrarsi nel sito dedicato all’esposizione “Legno&Edilizia“.

Convegno

Nel pomeriggio dell’8 febbraio, a partire dalle ore 14:00, l’Amministratore Delegato di EDILVI Diego Pavan sarà tra i relatori del convegno “Innovazione Ricerca e Sviluppo nella filiera dell’edilizia sostenibile (prodotti, progetti, processi): la Rete Innovativa Regionale Venetian Green Building Cluster si presenta” organizzato da Venetian Green Building Cluster.

Durante il convegno verranno presentate soluzioni innovative per la riqualificazione energetica ed il miglioramento sismico degli edifici esistenti con destinazione d’uso residenziale e commerciale. La locandina del convegno è scaricabile cliccando sull’apposito bottone qui sotto.

I riferimenti

Quando

Giovedi - Venerdì - Sabato - Domenica
7-8-9-10
febbraio 2019

A che ora

Giovedì 9:00 – 18:00
Venerdì 9:00 – 18:00
Orari indicativi di apertura della fiera.

Dove

Fiera di Verona - Padiglioni 11 – 12
Ingresso Re Teodorico
Viale dell’Industria

La presenza del Team EDILVI presso lo stand è confermata nelle giornate di giovedì e venerdì.

Come raggiungere EcoHouse

Fiera di Verona
Viale del Lavoro, 8
37135 Verona VR

Scopri di più

Per maggiori informazioni su EcoHouse Expo di Verona visita il sito ufficiale.

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento presso il nostro desk alla fiera EcoHouse compila il form qui sotto. Inoltre non perdere gli aggiornamenti che posteremo sulle nostre pagine Facebook e LinkedIn durante la fiera.

ENI Gas e Luce ed EDILVI partner per la riqualificazione dei condomini esistenti

ENI Gas e Luce partner EDILVI
ENI Gas e Luce partner EDILVI

ENI Gas e Luce ed EDILVI partner per la riqualificazione dei condomini esistenti

Nelle scorse settimane EDILVI SpA, storica impresa di costruzioni di Villorba ed Energy Service Company certificata, ha firmato un importante accordo con ENI Gas e Luce al fine di promuovere la riqualificazione energetica e sismica dei condomini esistenti attraverso l’utilizzo degli incentivi statali EcobonusSismabonus ed il meccanismo di cessione del credito.

La partnership avviata con ENI GAS E LUCE rientra nell’ottica di contribuire alla riqualificazione del patrimonio edilizio esistente attraverso gli strumenti di incentivazione messi a disposizione dallo Stato.

I condomini in Italia

Secondo la campagna Civico 5.0, condotta da Legambiente lo scorso anno, lo stato di fatto dei condomini italiani è a dir poco critico ed infatti solo il 6% dei condomini esistenti si trova in classe energetica A mentre il restante 94% non è a livelli di efficienza energetica ottimale. Inoltre gran parte del patrimonio edilizio esistente si trova in zone sismiche ad alto rischio ed in classi di rischio sismico molto elevate che rendono le abitazioni poco sicure.

Condomini
ante Legge 10/1992 82%
Condomini
in classe energetica G 39%
Abitazioni
in stato pessimo 17%
Persone
in abitazioni umide con muffa 23%

La collaborazione con ENI Gas e Luce

“La collaborazione con ENI GAS E LUCE – spiega il geom. Diego Pavan – diventa fondamentale per poter attivare il meccanismo di cessione del credito in modo fluido. Grazie a questo accordo gli abitanti dei condomìni che andremo a riqualificare dovranno versare solamente l’importo non coperto dalla cessione del credito. In questo modo i costi di riqualificazione, talvolta anche molto alti, diventeranno sostenibili per tutti i condòmini, compresi i condòmini incapienti, che, a lavori finiti, abiteranno in un edificio efficiente, confortevole e più sicuro.”

Conclude poi il geom. Diego Pavan: “Riqualificare il patrimonio edilizio esistente contribuisce a ridurre le emissioni di CO2 in atmosfera, responsabili delle alterazioni climatiche, ad evitare catastrofi quali la recente alluvione in Cadore e nell’Agordino, ed ancora contribuisce a ridurre tragedie umane quali i terremoti in Centro Italia degli anni scorsi.”

Per saperne di più sulla partnership tra EDILVI ed ENI Gas e Luce, scarica il comunicato stampa integrale cliccando sul pulsante qui sotto.

Riqualificazione energetica degli edifici esistenti: stato di fatto condomini

riqualificazione energetica degli edifici esistenti
riqualificazione energetica degli edifici esistenti

Riqualificazione energetica degli edifici esistenti: stato di fatto condomini

A parlare di riqualificazione energetica degli edifici esistenti e dello stato di fatto dei condomini italiani è stata Legambiente, che lo scorso 6 dicembre ha presentato un rapporto sull’attività svolta nel 2018 proprio nel settore residenziale.

Il rapporto, frutto della campagna Civico 5.0, da cui abbiamo tratto i dati inseriti nell’articolo, mette in evidenza una situazione allarmante sull’efficienza energetica del patrimonio edilizio residenziale italiano. La maggior parte dei condomini italiani sono freddi d’inverno e troppo caldi d’estate. Il 39% è in classe energetica G (la peggiore) mentre solo il 6% è in classe energetica A: muri, solai, infissi, serramenti hanno una debole tenuta termica e mancano di adeguato isolamento; spesso gli impianti sono datati e poco efficienti. Il 56% delle famiglie non sa la classe energetica di appartenenza della propria abitazione.

Una situazione preoccupante che renderà necessario nei prossimi anni programmare “seri interventi di riqualificazione e di efficientamento energetico al ritmo di 30mila condomini all’anno entro il 2030″, secondo quanto riportato da Legambiente.

I dati sui condomini

Per capire la portata del tema “riqualificazione degli edifici esistenti” riportiamo altri dati tratti dal rapporto di Legambiente:

    • 14 milioni di famiglie, in Italia, vivono in condominio;
    • i condomìni sono 1,2 milioni;
    • 9,4 milioni di persone vivono in condizione di povertà energetica;
    • 20 milioni di cittadini vivono in abitazioni fatiscenti.

E non solo:

Abitazioni in stato mediocre o pessimo in Italia
17%
Condomini costruiti prima della L. 10/1990 sull'efficienza energetica
82%
Popolazione in abitazioni umide e con muffa
23%
Persone che non possono riscaldare adeguatamente la casa
17%

Il settore residenziale, inoltre, incide per il 24% sul consumo finale totale di energia e l’Italia è al 6 posto su 28 paesi con la più alta percentuale di abitazioni umide. Ma quali sono le maggiori problematiche che si riscontrano nei condomìni?

Comportamento termico non efficiente

I condomìni monitorati da Legambiente hanno mostrato una serie di problematiche comuni che hanno messo in evidenza come il comportamento termico degli stessi sia inefficiente (sono stati monitorati 22 condomini in 12 Regioni differenti con la partecipazione di 36 famiglie).

Le cause sono state facilmente riscontrate dalle termografie:

    • debole tenuta termica delle superfici opache verticali ed orizzontali (pareti, solai, struttura portante, coperture);
    • debole tenuta termica ed ermetica di infissi, serramenti e cassonetti per gli avvolgibili;
    • ponti termici tra parete/solaio, parete/pilastro, trave/pilastro, coperture.

Ciò genera principalmente due fenomeni: la migrazione del calore verso l’esterno e temperature superficiali disomogenee che si traducono in basso confort ambientale e problemi di umidità, talvolta con generazione di muffe. Risultato: abitazioni poco confortevoli ed alti costi in bolletta (spesa media totale annua per riscaldamento ed energia elettrica di 1450 euro ad abitazione).

riqualificazione energetica degli edifici esistenti

Difficoltà di investimento

La riqualificazione degli edifici esistenti è dunque necessaria per aumentare il confort di tutti i cittadini (e chiaramente per alleggerire i costi in bolletta).

Tuttavia effettuare gli investimenti per riqualificare il proprio condominio è molto spesso difficile e legato ad alcune problematiche che Legambiente elenca con chiarezza:

    • presenza ed aumento dei conflitti condominiali;
    • emarginazione e ghettizzazione nelle periferie, in particolare nelle grandi città;
    • scetticismo su investimenti e progetti comuni da parte dei condòmini;
    • tempi decisionali lunghi del condominio e tanta burocrazia;
    • poca cura ed attenzione per le aree comuni;
    • invecchiamento della popolazione e quindi minor propensione all’ammodernamento;
    • ruolo dell’amministratore condominiale non sempre proattivo ed aggiornato;
    • aumento di decreti ingiuntivi per mancanza di liquidità e morosità;
    • aumento degli avvisi di sospensione di elettricità e gas.

Viene ritratta, dunque, una situazione economica e sociale non sempre tra le migliori che rende difficile far passare l’idea che riqualificare il proprio condominio va a beneficio di tutti, considerati anche gli incentivi a disposizione e la possibilità di ricorrere al meccanismo della cessione del credito.

riqualificazione energetica degli edifici esistenti

Riqualificazione edifici esistenti: quali opportunità?

Per tutto il 2019 sarà ancora possibile usufruire dell’Ecobonus condomini, che se abbinato al Sismabonus condomini, consente di ottenere detrazioni fiscali fino all’85% sui lavori effettuati sulle parti comuni. Con il meccanismo della cessione del credito, inoltre, si può cedere la detrazione e pagare solo la parte rimanente non coperta dalle detrazioni.

Tuttavia, la disciplina è abbastanza complicata e conviene rivolgersi ad aziende specializzate in servizi energetici che forniscono soluzioni su misura per ogni condominio.

I servizi di EDILVI

La nostra azienda dal 2011 è certificata UNI CEI 11352 ed è una Energy Service Company che si occupa della riqualificazione dei condomini, oltre che della riqualificazione energetica degli edifici esistenti più in generale.

Forniamo servizi ad hoc per la riqualificazione dell’involucro, degli impianti e per una migliore gestione dell’energia sulla base dei comportamenti delle persone che abitano nel condominio; ed accettiamo la cessione del credito a fronte di apposita delibera assembleare.

Se stai leggendo questo articolo ed il tuo condominio deve effettuare dei lavori di manutenzione straordinaria, dei lavori di riqualificazione energetica, di miglioramento sismico siamo il partner giusto per te e ti invitiamo ad accedere alla nostra applicazione web per richiedere una valutazione economica su misura, cliccando sul pulsante qui sotto.

Richiedi
un preventivo

Come risparmiare sulla luce: la miglior scelta sono le lampadine LED

come risparmiare sulla luce
come risparmiare sulla luce

Come risparmiare sulla luce: la miglior scelta sono le lampadine LED

Oggi vi parliamo di come risparmiare sulla luce, scegliendo le lampadine LED più adatte per ottenere un maggior risparmio energetico domestico. Innanzitutto le lampadine a LED sono a basso consumo energetico ed a ridotto impatto ambientale.

Ciò le differenzia dalle vecchie lampadine alogene e ad incandescenza che consumavano tanto e sono perciò fuorilegge dal 01 settembre 2018 (Regolamento CE 244/2009). Le lampade alogene, ad esempio, consumano in media cinque volte di più dei LED.

La tecnologia LED, invece, garantisce:

    • 115 euro di risparmio l’anno (in media);
    • 20 anni di vita per ogni lampadina;
    • maggiori risparmi grazie alla diminuzione del costo della tecnologia stessa nei prossimi anni.

Ma come scegliere le lampadine LED giuste per ogni casa?

Controlla i lumen

​Per capire come risparmiare sulla luce bisogna scegliere la lampadina LED in base alla sua luminosità. Quando si va a comperare una lampadina a LED, per sapere quanto illumina, bisogna controllare i lumen. I lumen sono la quantità di luce emessa dalla lampadina.

In passato, per capire quanto illuminava una lampadina, si controllavano i watt; tuttavia i watt sono l’unità di misura del consumo di energia elettrica.

40 watt

La luminosità di una vecchia lampadina alogena da 40 watt corrisponde ad una lampadina a LED in classe A+ da 470 lumen. La lampadina a LED consuma 5,9 watt.

60 watt

Una lampadina tradizionale da 60 watt corrisponde ad una lampadina a LED in classe A+ da 806 lumen. La lampadina a LED tuttavia consuma solo 9 watt per riprodurre la stessa quantità di luce.

75 watt

La vecchia lampadina alogena da 75 watt va sostituita con una lampadina a LED in classe A+ da 1055 lumen. Quest’ultima lampadina consuma 11,2 watt per riprodurre la stessa quantità di luce della lampadina tradizionale.

100 watt

Una lampadina a LED da 1521 lumen (LED classe A+) ha la stessa luminosità di una tradizionale lampadina da 100 watt. Tuttavia, consuma solo 15,6 watt.

Consigli per risparmiare sulla luce

Come risparmiare sulla luce: scegli in base all'efficienza energetica

L’efficienza energetica delle lampadine a LED si calcola mettendo in relazione i lumen (la quantità di luce emessa) con i watt (la potenza assorbita dalla lampadina).

Maggiore è la quantità di lumen emessi per ogni watt consumato, maggiore è l’efficienza della lampadina, minori saranno i consumi.

Le classi di efficienza energetica delle lampadine vanno dalla E (la più bassa) alla A++ (la maggiore, ossia le lampadine che consumano meno).

Le lampadine di ultima generazione consentono forti risparmi energetici e di conseguenza la riduzione delle emissioni di anidride carbonica. I LED, inoltre, non emettono raggi ultravioletti e non avendo sostanze tossiche al loro interno sono facili da smaltire.

Dunque, come risparmiare sulla luce? Scegliendo le lampadine più efficienti.

come risparmiare sulla luce efficienza energetica

Ad ogni stanza la tonalità di luce giusta

La tonalità della luce dipende dalla “temperatura di colore correlata” che si misura in gradi Kelvin (K). Si possono distinguere tre tonalità di luce:

    • luce calda: inferiore ai 3500 K emette una luce bianca calda ideale per soggiorno e camera da letto;
    • luce neutra: tra 3500 e 4000 K ed è indicata per spazi che hanno bisogno di essere ben illuminati come cucina, studio e bagno:
    • luce fredda: superiore a 5000 K, è utilizzata in grandi spazi pubblici quali i supermercati.
come risparmiare sulla luce stanza e tonalità

Luce diffusa o concentrata?

Per capire come risparmiare sulla luce e dunque scegliere le lampadine più efficienti bisogna tenere conto anche dell’angolo del loro fascio luminoso. Il numero dei gradi indicati nelle scatole delle lampadine indica su quanta superficie giungerà la lampadina.

Quando l’angolo è inferiore ai 120 gradi ci troviamo davanti ad una lampadina direzionale adatta ad illuminare una zona particolare o un oggetto d’arredamento. Se, invece, l’angolo indicato è compreso tra i 150 ed i 360 gradi la lampadina è non direzionale ed illumina l’ambiente in modo omogeneo.

Se i diffusori del lampadario coprono la lampadina, è meglio utilizzare una lampadina con angolo di luce compreso tra i 150 ed i 300 gradi. Mentre, se avete lampade con diffusore in vetro o che lasciano visibile la lampadina, l’ottimale è utilizzare una lampadina con angolo del fascio luminoso di 360 gradi.

Un apposito simbolo (o una scritta) indicano poi se la lampadina è o meno compatibile con varialuce/dimmer.

come risparmiare sulla luce efficienza energetica

Cicli di accensione e tempi di avvio

Come risparmiare sulla luce? Tenendo conto, quando si acquista una nuova lampadina, dei cicli di accensione e spegnimento e del suo tempo di avvio.

Accendiamo e spegniamo tante volte la luce? Allora è meglio acquistare una lampadina con alto numero di cicli di accensione. Anche in questo caso troviamo l’indicazione dei cicli di accensione in etichetta.

Il tempio di avvio, infine, è il tempo che la lampadina ci mette ad arrivare alla massima luminosità per cui: più il tempo indicato in etichetta è elevato, più la lampadina ci metterà ad accendersi. Le lampadine a LED sono ad accensione istantanea e dunque preferibili alle altre lampadine per uso domestico.

Se vuoi avere altri consigli su come risparmiare in casa ti consigliamo la lettura dei nostri articoli su come risparmiare sul riscaldamento di casa e come risparmiare energia elettrica. Inoltre se sei interessato a scoprire di più sulle nostre case ad alta efficienza energetica ti consigliamo di leggere le pagine dedicate al brevetto Casa Smart Plus.

Scopri
Casa Smart Plus